Home / Eccellenza / Narnese: terza vittoria di fila e terzo posto conquistato
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

Narnese: terza vittoria di fila e terzo posto conquistato

NARNESE: Mazzucconi, Ponti, Ceccarelli, Silveri, Brozzetti, Angeluzzi, Capocci (1’st Donati), Raggi, Grifoni, Scappito, Gaggiotti (25’st Almadori)

A disp: Caselunghe, Ciferri, Bianconi, Tomassini, Baratta

All. Marco Sabatini

MASSA MARTANA: Farinelli, Valeri (37’st Montecchiani), Nulli Costantini, Scassini, Ferretti, Arcangeli, Angeli Mar., De Santis (22’st Tavoloni), Manni, Colangelo (41’st Rossini), Angeli Ale.

A disp: Tamburini, Giubilei, Monghini, Innocenti

All. Enzo Montecchiani

Arbitro: Ferranti di Perugia

Reti: 43’st Scappito (N)

Note: spettatori presenti 300 circa. Ammoniti Scappito, Gaggiotti, Scassini, Arcangeli, Donati e Silveri

 

Una rete in zona cesarini di Scappito regala alla Narnese la terza vittoria consecutiva in campionato e proietta gli uomini di mister Marco Sabatini al terzo posto in classifica. Al San Girolamo non va in scena una bella partita, in quanto il tanto agonismo registrato in campo ha come conseguenza l’abbassamento della qualità del gioco di entrambe le squadre. Nel primo tempo giocano meglio gli ospiti che tengono il ritmo del pressing altissimo e costringono la Narnese spesso al lancio lungo. Al 25′ Mazzucconi è bravo a respingere in uscita bassa una conclusione di Manni ed un minuto dopo sempre il portiere rossoblù blocca senza patemi una conclusione da fuori di De Santis. Il primo tempo non offre altro e nella ripresa il numero delle azioni di gol non cresce nella prima mezz’ora. Il match infatti si accende tutto nel finale di gara, complica una maggiore spinta della Narnese e un concomitante calo fisico del Massa Martana. Al 33′ Almadori supera Farinelli con un pallonetto ma la sfera termina a lato. Al 40′ ancora Almadori pericoloso con un colpo di testa su cross di Ceccarelli, ma l’estremo difensore ospite blocca. La rete decisiva arriva poco dopo: ennesima azione di Almadori che salta Nulli Costantini e mette in mezzo per l’accorrente Scappito che da pochi passi mette dentro la rete dell’1 a 0. Uno scatenato Almadori conclude la propria ottima prestazione con un calcio di punizione al 49′ dai venti metri che chiama Farinelli alla parata in angolo

Riccardo Tommasi

Avatar