Home / Ternana / TOP&FLOP di Perugia – Ternana
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

TOP&FLOP di Perugia – Ternana

TOP&FLOP PERUGIA – TERNANA Gli aspetti positivi e negativi dell’85° derby dell’Umbria:

TOP

1 – LA CAPARBIETA’ DI BOJINOV – Lotta, scalpita, combatte come un vero guerriero in campo. Sente molto questa partita e lo si vede da come l’affronta, il gol che mette a segno è la sintesi di tutto questo. Ci crede fin dall’inizio dell’azione e non si perde d’animo cosi, contro quattro avversari, ha la meglio e sigla il momentaneo pareggio dopo che Parigini aveva portato in vantaggio i suoi.

2 – LA RINASCITA DI FALLETTI – Da “oggetto” misterioso a uomo derby, tutto in circa trenta minuti. Con il gol siglato nella partita del Curi, Cesar Dos Santos Falletti, entra di diritto nella storia della Ternana. Primo gol in rossoverde (e che realizzazione!) non poteva essere derby migliore per il giovane uruguaiano che sta affrontando la sua seconda stagione con le Fere.

3 – DA TANTE ASSENZE A CERTEZZE… – Potevano rappresentare un Flop le assenze di Masi, Ferronetti, Eramo e Piredda invece chi li ha sostituiti si sta dimostrando all’altezza della situazione. Anche nel derby Bastrini al centro della difesa è stato impeccabile, Popescu ha tirato fuori l’ennesima prestazione eccellente, Valjent gioca ormai come un veterano e Falletti può far comodo a questa squadra. Tesser deve e può contare anche su di loro…

 

FLOP 

1 – L’ESULTANZA DI FALCINELLI – Il rosso ricevuto dopo la sua esultanza, a dir poco “sfrenata”, non può che consegnare a Falcinelli la palma di super Flop. L’attaccante effettua una buona prestazione, poi si lascia troppo prendere dall’euforia e dopo la trasformazione del rigore si arrampica come uno scalatore sulle gradinate della Curva Nord. L’arbitro lo ammonisce per la seconda volta e lo manda a fare la doccia anzitempo lasciando la sua squadra in inferiorità numerica.

2 – POCO POSSESSO PALLA – La Ternana non è riuscita a fare il proprio gioco imponendolo agli avversari, stando alle statistiche gli uomini di Tesser hanno solo 39% di possesso palla. Come era prevedibile la gara la fa il Perugia, però i rossoverdi non si sono scomposti e sono riusciti a colpire l’avversario con ripartenze micidiali. Certo se capitan Fazio e compagni avessero osato di più forse ne sarebbe uscito un altro derby…

3 – RESTRIZIONE TIFOSERIA ROSSOVERDE – Pochi, troppo pochi i biglietti assegnati al popolo rossoverde. Solo 913 i tifosi della Ternana hanno potuto assistere al match del “Curi”, limitazione che snatura il derby dell’Umbria. Nonostante tutto i sostenitori delle Fere hanno proposto una bella cornice rossoverde nello spicchio di curva a loro assegnata.

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini