Home / Promozione / Olympia Thyrus-Arrone 1-2, finale incredibile: rissa e rigore “fantasma”
Accademia Rousseau

Olympia Thyrus-Arrone 1-2, finale incredibile: rissa e rigore “fantasma”

OLYMPIA THYRUS-ARRONE PROMOZIONE E’ successo di tutto negli ultimi minuti di gara tra Olympia Thyrus ed Arrone, valida per il primo turno di ritorno del campionato di Promozione. Ma andiamo con ordine. Quando al novantesimo mancavano ormai tre minuti, con l’Arrone in vantaggio per 2 a 1, un lancio lungo viene bloccato dal portiere ospite Busciantella. Nella circostanza l’attaccante dell’Olympia Maurini entra in contatto con l’estremo difensore, il quale per reazione colpisce con un calcio il giocatore avversario. Gesto visto dall’arbitro che espelle Busciantella ed apparentemente assegna il calcio di rigore ai padroni di casa in quanto a termine di regolamento il gioco non è stato fermato e dunque con la sfera in mano al portiere, il colpo rifilato dallo stesso a Maurini comporta un fallo e di conseguenza il penalty. A questo punto i nervi saltano e Busciantella mentre abbandona il campo risponde alle ingiurie dei presenti ed in pochi secondi lo stesso portiere amaranto entra in contatto fisico con un soggetto entrato nell’area circostante il terreno di gioco. Grazie alla prontezza della dirigenza dell’Olympia Thyrus la rissa viene sedata quasi subito e quando l’attenzione si sposta nuovamente sul campo ci si accorge che il direttore di gara inspiegabilmente cambia la propria decisione, assegnando una punizione all’Arrone per una carica sul portiere in precedenza non rilevata. Il cambio radicale di scelta rende il finale di partita ancora più teso, ma fortunatamente dopo qualche scaramuccia al triplice fischio, la situazione torna tranquilla.

Riccardo Tommasi

Avatar