Home / Ternana / Ternana-Modena 1-0, TOP & FLOP
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

Ternana-Modena 1-0, TOP & FLOP

TERNANA-MODENA TOP & FLOP Si regala un Natale sereno la Ternana che batte il Modena per 1 a 0 e si proietta a 25 punti in classifica, metà della consueta quota salvezza in serie B. Tornando sul match di ieri contro i gialloblù emiliani sono nettamente di più i lati positivi che quelli negativi. Ecco secondo il nostro parere i Top ed i Flop della partita tra Ternana e Modena:

TOP

1) AVENATTI Il sesto gol stagionale dell’attaccante uruguaiano regala alla Ternana tre punti importantissimi che rendono merito alla grande prova di squadra offerta. Per Avenatti si è trattato di un’autentica perla e per sua ammissione anche della prima rete da fuori area realizzata con la maglia rossoverde. Il bolide di sinistro scagliato alle spalle di Pinsoglio da quindi una tipologia di giocata in più alla punta sudamericana, che quest’anno sta esplodendo nel torneo cadetto.

2) TENUTA DEL CAMPO Nonostante le difficoltà che sta attraversando la Ternana in relazione agli infortuni e alle assenze a cui Tesser deve sopperire ogni volta, la tenuta del campo contro il Modena è stata eccellente. I Canarini per tutta la partita hanno sofferto il gioco delle Fere che vedono la vittoria con il minimo scarto essere riduttiva rispetto alla mole di gioco espressa.

3) PALUMBO Debutto ottimo per il centrocampista proveniente dalla Primavera. Per un classe ’96 entrare ed esordire in serie B nel pieno di una partita intensa come quella di ieri non deve essere stato sicuramente semplice dal punto di vista emotivo, ma la prestazione ha detto il contrario. Grinta, volontà e anche belle giocate per il ragazzo, il quale ha anche sfiorato per ben due volte quella che sarebbe stata una rete al debutto indimenticabile.

FLOP

1) La prova generale offerta ieri non comporta flop tra i rossoverdi, ma una nota va fatta in merito alla rete annullata a fine primo tempo a Bojinov. Le immagini hanno mostrato che effettivamente c’erano due giocatori della Ternana nei pressi di Pinsoglio, ma vista la breve distanza da cui è stata calciata la punizione (poco più di sedici metri) e soprattutto la potenza del tiro, la decisione di segnalare un fuorigioco attivo è sembrata ai più molto cervellotica.

Riccardo Tommasi

Avatar