Home / Varie / Reality, Jacopo Colangelo dal calcio umbro ai Leyton Orient
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
dalla pagina Facebook Focal Rhythm Productions

Reality, Jacopo Colangelo dal calcio umbro ai Leyton Orient

REALITY LEYTON ORIENT AGON CHANNEL JACOPO COLANGELO Leyton Orient è il nuovo talent show che conduce, Simona Ventura, sulla tv italo-albanese Agon Channel (canale 33 digitale terrestre) per scovare le giovani promesse del calcio. Una di queste è un ragazzo ternano di appena 18 anni si tratta di Jacopo Colangelo. I 39 aspiranti calciatori si sono contesi undici magliette, per entrare a far parte dello show che mette in palio un contratto con una squadra della serie C inglese (Leyton Orient appunto), del patron di Agon Channel Francesco Becchetti, attraverso nomination e sfide. Al programma partecipano come opinionisti gli ex calciatori Fulvio Collovati, campione del mondo nell’82, Fabio Galante, ora allenatore del Chiasso, Nicola Berti, vecchia gloria dell’Inter, mentre il tecnico che esamina da Londra i componenti del reality è Angelo Gregucci ex mister di Vicenza, Lecce e Salernitana. Gli 11 aspiranti calciatori sono già volati nella capitale inglese, dove in parallelo con la squadra ufficiale (guidata da Fabio Liverani), si stanno allenando per tentare di realizzare il sogno della loro vita. Nel striscia settimanale in onda su Agon ogni giorno dal lunedì al sabato alle 15.55  e in prima serata il giovedi alle 21,00 le vicende, le passioni, le ansie e i successi degli aspiranti calciatori “in prova”, dalla loro nuova vita londinese, passando per le successive eliminazioni, fino all’ingresso di uno di loro in prima squadra dei Leyton Orient. Al taccuino di www.calcioternano.it, il ternano Jacopo Colangelo ci ha parlato della sua nuova avventura.

Ciao Jacopo, come mai hai voluto partecipare a questo reality?

“Per fare un’esperienza nuova. Ho letto del reality sul giornale poi ho passato le selezione a Roma ed eccomi a Londra.”

Con quali squadre hai giocato in Umbria?

” Ho giocato nell’Amerina per poi passare al Campitello, alla Ternana ed infine Gm10 e Massa Martana”

Come ti stai trovando a Londra? Che momento stai vivendo?

“Mi trovo molto bene nella capitale inglese, è una bellissima esperienza soltanto che si fa poco calcio e molta più tv.”

Che differenza hai trovato tra il calcio inglese e quello italiano?

“Il calcio inglese è molto diverso dal nostro, è più fisico e si gioca di meno la palla. Si punta di più sui calci lunghi e le ripartenze.”

Noi della redazione di calcioternano.it ti auguriamo di vincere, ma nel caso non dovesse succedere, speri che questo reality possa aprire porte nel mondo professionistico?

“Anche se non vinco spero che mi chiameranno tante altre squadre, non solo perché sto facendo questo reality, ma perché mi reputo un bravo calciatore.”

 

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini