Home / Ternana / Serie B, ecco come sono andate le semifinali Play Off
Accademia Rousseau

Serie B, ecco come sono andate le semifinali Play Off

SERIE B PLAY OFF Si sono disputate le semifinali di ritorno dei Play Off cadetti:

BOLOGNA-AVELLINO 2-3 (andata 1-0) I felsinei si qualificano con il brivido dopo una partita ad altissima intensità. I ragazzi di Rastelli sorprendono i padroni di casa al 7′: traversone di Zito sul quale Trotta anticipa Ferrari e deposita nel sacco. Si scuotono i rossoblù capaci di pervenire al pareggio con Acquafresca al 20′. L’attaccante sfiora il raddoppio di testa ma Frattali si supera e nega la doppietta che invece realizza proprio l’attaccante irpino poco prima del duplice fischio. Nella ripresa (minuto 4) Cacia, subentrato ad Acquafresca, sfrutta un errato disimpegno di Frattali e sigla il 2-2. I biancoverdi tentano il tutto per tutto con Comi e Castaldo nel finale di gara. La sassata di Kone riapre i giochi a sei minuti dall’overtime: un missile al volo che si schianta sotto l’incrocio. Il recupero è lungo ed intenso, Comi serve Castaldo che colpisce la traversa prima del triplice fischio di Mariani il quale sancisce la qualificazione del Bologna

VICENZA-PESCARA 2-2 (andata 0-1) Anche al Menti è grande spettacolo in campo e sugli spalti. Al 4′ dannunziani in vantaggio favoriti da una sfortunata autorete di Sampirisi. I biancorossi non si disuniscono ma devono fare i conti con le ripartenze brucianti degli abruzzesi con Politano sugli scudi. Al termine della frazione un assolo di Moretti vale il pareggio. Nella ripresa l’ingresso di Brugman e Melchiorri garantisce il cambio di passo al Pescara: assist di Politano ed inserimento vincente di Bjarnason al dodicesimo centro della stagione (65′). Non è finita qui: Di Gennaro offre l’assist a Cocco che l’attaccante sfrutta appieno a cinque minuti dall’overtime. I ragazzi di Oddo però chiudono i varchi e festeggiano

FINALI

ANDATA venerdì 5 giugno (ore 20,30) PESCARA- BOLOGNA

RITORNO martedì 9 giugno (ore 20,30) BOLOGNA-PESCARA

Tommaso M. Ferrante

Avatar