Home / Promozione / Orvietana, Riccardo Fatone: “Non vorrei sbagliare nulla!”
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

Orvietana, Riccardo Fatone: “Non vorrei sbagliare nulla!”

PROMOZIONE Il nuovo tecnico dell’Orvietana Riccardo Fatone ha le idee chiare su come affrontare il prossimo torneo di Promozione con la formazione del Presidente Biagioli: “Mi auguro di far bene c’è un progetto importante, l’Orvietana viene da tre stagioni di Promozione ma è sempre mancato qualcosina per poter tornare nel massimo campionato dilettantistico umbro. La nostra speranza è quella di valorizzare i calciatori del posto, abbiamo moltissimi giocatori orvietani, sia giovani che non, ma in più non possiamo limitarci solo a questo; la piazza di Orvieto merita altri palcoscenici quindi proveremo a far bene. Insieme al diesse Matteo Porcari abbiamo costruito una buona squadra stando soprattutto attenti al bilancio e valorizzando il nostro settore giovanile, siamo partiti con grande entusiasmo. Per me è una sfida importante, sono orvietano di adozione e quindi non vorrei sbagliare nulla.” Rosa importante e molti giocatori che il tecnico ha avuto alle dipendenze con l’ex squadra la Vigor Acquapendente “Nuccioni e Avola oltre ad essere due splendidi ragazzi sono anche orvietani doc quindi abbiamo rinfoltito la colonia mentre Serafini è un altro ragazzo serio e molto forte. Sicuramente abbiamo fatto degli acquisti importanti soprattutto portando in biancorosso calciatori validi e di cui avevo fiducia, non guardando solo agli aspetti tecnici ma anche a quelli umani. Le partenze di Bagnato e De Francesco? Dovevamo fare i conti anche con la situazione economica, nella passata stagione avevamo un budget imponente, quest’anno alcuni giocatori non rientravano più nei nostri piani economici. Ottimizzando le risorse messe a disposizioni del presidente sono arrivati dei degni sostituti come Brescia e Polidori.” L’obiettivo di questa Orvietana è senza dubbio di affrontare un campionato ambizioso “Vorremo fare un campionato di vertice ed essere più bravi di quelle 6/7 squadre che hanno allestito una buona rosa per poter ambire a vincere il torneo e parlo di Nuova Gualdo Bastado, Ducato, Assisi, Cannara, Todi e Campitello.”

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini