Home / Ternana / Ternana, Fabio Liverani la continuità delle scelte
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
Ternana, plebiscito per Danilo Pagni e Fabio Liverani
Fabio Liverani

Ternana, Fabio Liverani la continuità delle scelte

Ternana, Fabio Liverani la continuità delle scelte nelle sei gare fin qui sulla panchina dei rossoverdi

Ternana, Fabio Liverani la continuità delle scelte. Sei  partite sulla panchina dei rossoverdi con un bilancio di quattro vittorie e due sconfitte. Al netto di infortuni e squalifiche il tecnico delle Fere si è affidato ad una serie di scelte all’insegna della continuità. Un fattore in controdetendenza rispetto ai suoi predecessori. Sia Carbone che Gautieri modificavano l’undici iniziale apportando anche dei correttivi al sistema di gioco. Al momento la linea difensiva “titolare” si compone di Zanon (sei presenze), Meccariello (sei), Diakitè (quattro) e Germoni (cinque) davanti a Simone Aresti (sei). Nelle prime due gare Martin Valjent veniva preferito mentre Rossi ha collezionato un gettone di presenza.

Il ritorno di Jacopo Petriccione ha caratterizzato la gestione Liverani. Sei su sei per il talento scuola Fiorentina così come per capitan Ledesma. Un infortunio ha limitato l’utilizzo di Giovanni Di Noia (quattro). Il centrocampista è comunque tornato in campo contro la Salernitana. Al suo posto Manuel Coppola (due) ha iniziato dal 1′ contro Novara e Benevento. Infine l’attacco: inamovibili Falletti ed Avenatti (sei) il mister si è ravveduto a gestione in corso. Partito con Monachello (Trapani e Cesena) si è poi affidato a Simone Palombi (quattro). Poca rotazione nei calciatori con risultati, fin qui, più che convincenti. Al momento la continuità sta pagando eccome come la saggia decisione di far rendere al massimo ogni calciatore al suo posto naturale

Tommaso M. Ferrante

Avatar