Home / Promozione / Amerina-Nestor, le decisioni del Giudice Sportivo
Accademia Rousseau
Amerina-Nestor, le decisioni del Giudice Sportivo

Amerina-Nestor, le decisioni del Giudice Sportivo

Amerina-Nestor, le decisioni del Giudice Sportivo dopo il play out di Promozione.

Amerina-Nestor, le decisioni del Giudice Sportivo:

A CARICO DI SOCIETA’

AMMENDA Euro 400,00 AMERINA 1950 Perché, durante il secondo tempo ed a fine gara, i propri sostenitori insultavano a più riprese la terna arbitrale. A fine gara, fra l’altro, numerose persone entravano nel rettangolo di gioco, sfruttando la circostanza che i cancelli di accesso erano stati lasciati aperti. Alcuni calciatori dell’Amerina non compiutamente identificati dall’arbitro in virtù della confusione creatasi, inoltre, proferivano frasi gravemente minacciose, ingiuriose ed irriguardose nei confronti dell’arbitro.

A CARICO CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA FINO AL 30/ 6/2018

Stanzial Simone, perché, espulso per doppia ammonizione, subito dopo il triplice fischio entrava in campo e con fare aggressivo e minaccioso affrontava il direttore di gara spingendo e schiacciando con forza la propria fronte su quella dell’arbitro, costringendolo ad indietreggiare per diversi metri ed accompagnando tale condotta con gravi e reiterate minacce nei confronti del predetto. Nonostante i propri compagni tentassero di fermarlo, lo Stanzial si divincolava ed aggrediva di nuovo l’arbitro, testa contro testa, costringendolo nuovamente ad indietreggiare. Non pago di tale condotta, una volta terminata l’aggressione per l’intervento di alcuni compagni di squadra, si dirigeva verso il commissario di campo tentando di colpirlo con spinte e testate, non riuscendovi per il pronto intervento di un compagno di squadra che – a fatica – riusciva a bloccarlo. Il predetto, altresì, proferiva gravi minacce e frasi irriguardose nei confronti del citato commissario di campo.

SQUALIFICA PER DIECI GARA/E EFFETTIVA/E

Capocci Christian, perché, al termine della gara, afferrava per il collo un assistente arbitrale il quale, tuttavia, riusciva prontamente a divincolarsi. Il Capocci, poi, veniva prontamente allontanato da un compagno di squadra.

Riccardo Tommasi

Avatar