Home / Ternana / Ternana, Gianluca Torma ‘Ecco come ho scoperto Martin Valjent’
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
CCalciomercato Ternana, Martin Valjent al Chievo ma resta rossoverde

Ternana, Gianluca Torma ‘Ecco come ho scoperto Martin Valjent’

Ternana, Gianluca Torma ‘Ecco come ho scoperto Martin Valjent’

Il classe ’95 slovacco si è reso protagonista nell’Europeo Under 21 che si sta svolgendo in Polonia

Il difensore Martin Valjent ha giocato un campionato Europeo Under21, con la nazionale della Slovacchia, di altissimo livello. La formazione del ct Pavel Hapal è stata eliminata venerdì sera dalla competizione. Il rossoverde nativo di Dubnica nad Vahom è al centro di molti rumurs di mercato, inseguito da club di Serie A e B, con l’avvento della nuova proprietà della Ternana Calcio, Unicusano, potrebbe fare le valigie. Ma come è arrivato a Terni? Gianluca Torma ex Capo-scouting del mercato estero della Ternana, soprattutto di quello dell’Est, ed ex responsabile del settore giovanile rossoverde, ai microfoni di www.calcioternano.it, ci ha parlato di come ha scoperto il classe ’95.

“Sono stato mandato da Vittorio Cozzella in Slovacchia per visionare un calciatore giovane e di talento, tale Jakubec. Di questo ragazzo si parlava un gran bene, in accordo con il direttore sportivo decisi di andarlo a vedere.  Una volta arrivato mi misi a visionare questo torneo e mi impressionò un altro giocatore: Martin Valjent. Cosi decisi di puntare su di lui e proporlo alla Ternana.” 

Perchè Valjent e non Jakubec? “Ho visto in Martin delle caratteristiche funzionali al progetto, per un discorso di prospettiva. Giocatore molto duttile che prima si era ben disimpegnato a centrocampo e che poi aveva giocato, altrettanto bene, anche in difesa. Nessuno lo conosceva perchè militava nella Serie B della Slovacchia. Gli osservatori europei sono concentrati più su calciatori della massima divisione locale invece di quelli provenienti dalle serie minori. Ho avuto l’intuizione giusta e la Ternana decise di prenderlo.” 

Tanti i calciatori slovacchi osservati. “Nei due anni che sono stato a Terni mi sono studiato molto bene il campionato slovacco. Infatti i giocatori più importanti Under21, che hanno disputando l’Europeo, erano stati tracciati e visionati dal sottoscritto. Anche Milan Škriniar, il quale, lo consigliai alla società della Ternana. Purtroppo il costo del giocatore era più alto rispetto a quello di Valjent. In Italia, nel mercato dell’Est, ci lavora molto bene la Sampdoria. La società blucerchiata, oltre a prende successivamente Škriniar, quell’anno acquistò David Ivan in questa stagione in prestito al Bari.”

Il classe ’95 può giocare in Serie A? “Secondo me il ragazzo è pronto. Nella passata stagione ho iniziato una collaborazione con il Chievo Verona e in quei mesi, in cui ho lavorato con il club di Campedelli, ho fatto una relazione dettagliata sul calciatore. Per me Valjent può giocare tranquillamente nella massima serie italiana.”

Altri calciatori sono stati portati in rossoverde dall’ex dirigente. “Io ho fatto il direttore sportivo ad Andria e quando sono arrivato a Terni ho consigliato l’acquisto di Pasquale Lito Fazio, prima, e poi di Biagio Meccariello.”

Passaggio di proprietà da Longarini ad Unicusano. “Il rapporto tra la tifoseria e la vecchia proprietà era ormai logorato da tempo. Se Unicusano porterà entusiasmo e voglia di ripartire, perchè Terni è una grandissima piazza che ha bisogno di un nuovo slancio, ci potrebbero essere tutti i presupposti per fare bene. Spero che insieme possano raggiungere grandi obiettivi”

Ternana, Gianluca Torma ‘Ecco come ho scoperto Martin Valjent’

 

 

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini