Home / Ternana / Ternana, la conferenza in diretta di Sandro Pochesci pre Ternana-Venezia
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

Ternana, la conferenza in diretta di Sandro Pochesci pre Ternana-Venezia

Ternana, la conferenza in diretta di Sandro Pochesci pre Ternana-Venezia

Ternana-Venezia, segui in diretta la conferenza di Sandro Pochesci a poche ore dall’importante sfida contro gli arancioneroverdi.

17.40 Conferenza stampa finita

17.39 “Vi siete mai chiesti perché c’è il detto gol sbagliato, gol subito? Perché un secondo prima hai la paura di prendere gol e perdere e da questa trai forza per ripartire ed andare a fare tu la rete”

17.37 “Come sempre domani potrebbe essere la mia ultima partita. Vivo con questo concetto perché il calcio è strano. E’ una paura e serve coraggio per affrontarla. Ringrazio sempre i miei giocatori quando finisce una partita, anche da loro dipende il mio destino”

17.35 “Inzaghi mi ha detto a Coverciano che mi avrebbe portato la sua maglia del Milan quando avremmo giocato contro. Spero se ne ricordi. C’era quando giocò la finale di Istanbul, quindi se ricordate come andò a finire potete capire che tre gol non li prendono solo Zeman e Pochesci”

17.33 “C’è una soluzione particolare per lo schieramento del centrocampo di domani. Non la svelo ma il modulo 4-3-1-2 al Liberati è sempre venuto bene”

17.31 “Le condizioni di Favalli sono buone, sta bene e sarà della partita. Non credo invece che Varone giocherà dall’inizio. Angiulli sta bene ed è convocato

17.30 “Qual’è il nostro vantaggio ora? Le prossime cinque partite. Quattro di queste le affronteremo qui a Terni ed in casa la squadra si sente più sicura. Lo percepisco ed il tifo ci aiuta nei momenti difficili

17.29 “Abbiamo preso tanti gol in trasferta perché in queste occasioni ho chiesto qualcosa in più ai miei ragazzi. Siamo stati spesso sfortunati, ma questo non mi preoccupa anzi mi da forza”

17.27 “Ho un gruppo eccellente che lavora in modo encomiabile. A Valjent non posso dire nulla, è il miglior difensore che abbiamo ma come nella vita esistono momenti in cui le cose vengono male”

17.25 “Se guardate le statistiche potete vedere che abbiamo sempre tirato in porta tantissimo, molto di più degli avversari. Non riusciamo a concretizzare e su questo aspetto dobbiamo lavorare. Non ci serve la punta di nome, non è questo a parere mio il problema”

17.23 “I tifosi devono avere paura della retrocessione, è giusto così. In questa maniera ci danno sostegno e questo, ci tengo a sottolinearlo, non è mai mancato. Mai, nel bene e nel male. Li ringrazio perché abbiamo un bisogno essenziale del loro contributo

17.21 “Perdere uno a zero o sei a zero non mi cambia nulla. Nelle ultime tre partite abbiamo fatto zero punti ed è questo il problema. Considera anche il non aver giocato col Brescia, perché anche se noi non siamo scesi in campo gli altri hanno fatto punti”

17.20 “Siamo una squadra che ha fatto giocare dal primo minuto venti giocatori diversi. Nessuno ha fatto come noi. Con il sottoscritto scende in campo chi sta meglio, quello che ha fatto in passato non conta”

17.18 “Non è detto che Valjent domani non giochi. Loro sulla fascia dello slovacco hanno un elemento molto rapido e potrebbe servire l’apporto del nostro difensore”

17.17 “Albadoro con me l’anno scorso ha segnato cinque rigori su cinque. Questa volta portiere spiazzato, ma palla fuori”

17.15 “Il Bari all’inizio aveva paura, l’ho visto. Noi siamo andati vicini al gol spesso e potevamo riaprirla con il rigore fallito. E’ vero che quando perdi 3-0 c’è poco da dire, ma l’allenatore deve analizzare la sfida in tanti sensi”

17.13 “Il calcio moderno è questo, tutti attaccano e tutti difendono. Il mio credo non si modificherà perché è questo che mi ha portato dove sono arrivato”

17.12 “Gli errori non sono fatti dalla difesa come reparto. Si difende in undici e quindi gli errori sono di tutto. Centrocampisti ed attaccanti devono seguire i propri uomini, altrimenti andiamo in difficoltà”

17.09 “Il mio passo indietro? Consiste nel fatto che io devo andare incontro ai miei giocatori. Non sono errori tecnici, sono tragedie di cui non dobbiamo più parlare

17.07 “A Bari sono successe delle tragedie, non degli errori. E’ come se mi cadesse addosso un aereo. E’ una tragedia ma non possono essere previsti in anticipo”

17.05 “Viene a Terni una squadra imbattuta in trasferta. Non sarà facile affrontarli”

Dopo le due sconfitte consecutive con Entella e Bari, la Ternana cercherà di rialzare la testa. Domani pomeriggio al Liberati arriverà il Venezia. Il tecnico Sandro Pochesci vuole una reazione dai suoi giocatori. Probabili alcuni cambiamenti nell’undici titolare rossoverde. Per saperne di più potete seguire in diretta digitale e video, grazie alla collaborazione di OnTv, la conferenza stampa dell’allenatore delle Fere insieme alla redazione di www.calcioternano.it.

Riccardo Tommasi

Avatar