Home / Promozione / Oratorio San Giovanni Bosco, Mattia Buono ‘Testa e determinazione aspetti importanti’
On TV
Oratorio San Giovanni Bosco, Mattia Buono 'Testa e determinazione aspetti importanti'

Oratorio San Giovanni Bosco, Mattia Buono ‘Testa e determinazione aspetti importanti’

Il centrocampista della formazione di Porrazzini con una doppietta ha steso il Todi

Oratorio San Giovanni Bosco, Mattia Buono ‘Testa e determinazione aspetti importanti’
Secondo vittoria in Promozione girone B per l’Oratorio San Giovanni Bosco. La formazione del tecnico Emiliano Porrazzini ha battuto per 3-0 il Todi. Uno dei protagonisti del match Mattia Buono, al taccuino di www.calcioternano.it, ci ha raccontato la sfida. “E’ stata una gara molto combattuta. Il primo tempo è finito 0-0,  loro hanno avuto due occasioni clamorose per passare in vantaggio e dobbiamo ringraziare il nostro portiere Conti, classe 2000, se il match è rimasto in parità. Devo dire che il Todi si è dimostrata una squadra organizzata e con un buon giro palla.”
Il racconto della doppietta messa a segno. “Sono stati due gol simili. Uno di destro e l’altro di sinistro. Mi è stata scaricata la palla dalla punta e, da fuori area, in entrambi i casi di prima, ho incrociato il tiro tenendo bassa la sfera. Il primo da più lontano mentre il secondo dal limite dell’area. Un’emozione incontenibile, soprattutto perché, li ho segnato in questo campionato nel quale non avevo mai giocato prima”

Promozione girone B Oratorio San Giovanni Bosco, la dedica di Mattia Buono al nonno e al compagno di squadra

“I gol vanno a mio nonno che, malgrado la sua età, mi segue sempre a tutte le partite. E al mio compagno Tiziano Calvani, poco prima della mia seconda rete ha subito un bruttissimo infortunio. Spero si rimetta presto.”
Il torneo di Promozione e  la differenza con gli altri campionati minori. “Sta tutto nell’organizzazione di gioco Tutte le compagini hanno un’ottima preparazione tattiche e fisica. E’ importante anche la qualità di certi giocatori che ovviamente nelle categorie inferiori non ho trovato.”
Obiettivo da raggiungere la salvezza. “Avendo molti compagni scaramantici, come si dice non vorrei tirarla, però sembra che abbiamo capito come affrontare le partite di questo campionato. Secondo me  l’elemento imprescindibile è la testa e quindi le motivazioni, di ogni domenica, si devono tirar fuori per fare un risultato positivo. Noi, da questo momento in poi, ne dovremmo avere molte!”

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini