Home / Ternana / Avellino-Ternana, segui in diretta la conferenza di Sandro Pochesci
Accademia Rousseau

Avellino-Ternana, segui in diretta la conferenza di Sandro Pochesci

Segui in diretta la conferenza di Sandro Pochesci in vista di Avellino-Ternana

Avellino-Ternana, segui in diretta la conferenza di Sandro Pochesci

Si chiuderà domani sera in casa dell’Avellino il 2017 della Ternana. Entrambe le contendenti saranno prive di molti giocatori e di conseguenza ci saranno diverse novità negli schieramenti iniziali. Nella conferenza di questa mattina, il tecnico rossoverde Sandro Pochesci farà il punto della situazione sui partenti per la trasferta irpina. La redazione di www.calcioternano.it vi consentirà di seguire in diretta digitale e video, grazie alla collaborazione di On Tv, le parole dell’allenatore delle Fere.

Avellino-Ternana, Sandro Pochesci presenta la sfida

“E’ importante fare bene ad Avellino. Abbiamo la possibilità di dare continuità”

“Infortunati? Dovremmo avere proprio all’ultimo respiro Defendi. Gli abbiamo chiesto un sacrificio già contro la Pro Vercelli, è un ragazzo generoso e ce la farà. Ugualmente Plizzari e Montalto sono recuperati e possono giocare”

“Anche Valjent si è allenato quindi penso sia apposto del tutto”

“Il doppio centravanti Albadoro e Montalto è una possibilità plausibile. In base agli avversari sceglierò chi schierare”

“Varone, Bordin e Bombagi si giocheranno un posto da titolare nel caso Defendi non ce la faccia”

Avellino-Ternana, l’assenza di Carretta

“L’assenza di Carretta ci costringer a cambiare qualcosa. Cercheremo di più la palla a terra e meno il lancio lungo, in quanto non potremo contare sulla sua velocità”

“E’ un peccato che non ci sia, ma non ne faccio un dramma. Anzi vi dirò che con la nuova difesa non ho preso gol a Palermo e poi sono tornato alla vittoria nell’ultimo match”

“Magari un altro cambiamento ci porterà a vincere ancora”

Avellino-Ternana, Pochesci parla del mercato

“Di calciomercato parlo solo con il direttore sportivo. E’ lui l’unico competente in merito. In estate vi avevo detto che a fine anno le altre società ci avrebbero chiesto i nostri giocatori. Mi sbagliavo di sei mesi, in quanto club importanti sono già interessati ai nostri atleti”

“Evangelisti sa bene cosa serve alla squadra perché è un conoscitore di calcio eccellente. Insieme alla società faranno le loro valutazioni, ma di certo il nostro progetto a avanti”

Avellino-Ternana, Pochesci non sottovaluta gli irpini

“Fin da inizio stagione ci hanno detto tutti che eravamo la squadra peggiore della cadetteria. Questo i porta a non sottovalutare mai nessun avversario, in quanto siamo noi quelli deboli. Io non ero d’accordo con ciò, ma mi sono adeguato”

“La mia Ternana non ha mai preso sotto gamba una partita, non possiamo permettercelo. Mancheranno dei giocatori ad Avellino, ma come sempre io non mi lamento di questo. Quando giocheremo contro squadre che hanno elementi con due teste e tre gambe mi preoccuperò. Fino a quel momento so che si gioca undici contro undici e abbiamo tutti giocatori di Serie B”

“Abbiamo studiato l’Avellino, ma in Serie B è facile. Si conoscono bene tutti gli avversari ed i loro modi di giocare. E’ peggio nei dilettanti dove non sai nulla di chi ti affronta”

Avellino-Ternana, Pochesci ed il progetto

“Sono un professionista e a me è stato affidato un progetto. Solo il patron ed il presidente possono giudicare il mio operato. Nessun altro. Io non ho mai chiesto nulla alla società, ma come detto guardo la classifica e ripeto di non essermi dimesso solo per rispetto della città di Terni, una piazza bellissima. Nonostante questo la cosa principale è la Ternana e il patron Bandecchi deve prendere le decisioni migliori per la squadra”

“Ora la rosa della Ternana ha un valore e questo già di per se è importante”

“Come voto mi do un dieci per il lavoro svolto, ma mi do un quattro per la classifica. Dispiace che la graduatoria sia penalizzata da episodi ed un po’ di sfortuna. Ma il lavoro paga, sempre”

“Nel calcio i protagonisti sono i calciatori, l’allenatore è una guida. A loro spettano i principali meriti”

Riccardo Tommasi