Home / Promozione / Atletico Orte, Alessandro Mari ‘Vogliamo costruire un gruppo di amici’
Atletico Orte, Alessandro Mari 'Vogliamo costruire un gruppo di amici'

Atletico Orte, Alessandro Mari ‘Vogliamo costruire un gruppo di amici’

Il tecnico dei biancorossi è intervenuto al termine del successo sul terreno del Campitello

Atletico Orte, Alessandro Mari ‘Vogliamo costruire un gruppo di amici’

Vittoria nitida e perentoria. L’Atletico Orte ha superato 5-1 il Campitello a seguito di una ripresa da urlo. Dopo il botta e risposta a fine frazione i biancorossi hanno dilagato nella ripresa. Le parole del mister Alessandro Mari al taccuino di www.calcioternano.it “Vittoria meritata, onestamente risultato è un pò ampio. Il Campitello ha fatto un’ottima partita, dispone di giocatori importanti. Inoltre applicano un sistema di gioco particolare che permette di valorizzare i giovani a disposizione del loro mister. Noi siamo stati molto bravi a leggere le loro uscite. Complimenti ai ragazzi: si sono mossi bene correndo altrettanto egregiamente. Non era facile, dato che, dopo il vantaggio si è concretizzato il pari immediato. Poteva lasciare un pò di amaro in bocca subire una marcatura dopo rimessa da centrocampo. Non si sono disuniti reagendo alla grande. Complimenti al Campitello che ha disputato una gara più che buona”. Sulla partita nei dettagli “Purtroppo avevamo Giacchetti e Marchionni che rientravano da un lungo stato influenzale. I ragazzi ci hanno messo venticinque minuti per entrare bene nel match. La partita è decollata quando entrambe le squadre hanno provato a rompere gli equilibri forzando gli uno contro uno. Nella ripresa siamo stati bravi a chiudere e ripartire con sponde e verticalizzazioni. I rossoblù sono bravi a costruire con molti giocatori e, di conseguenza, lasciano spazi. Da parte nostra siamo altrettanto a capitalizzare”

Atletico Orte, la stagione biancorossa

“Siamo partiti ampiamente in ritardo. Ora il mercato di dicembre ci ha portato giocatori di esperienza come Mancini, Cavalieri e Fusco: non li scopriamo certo oggi. Tre innesti importanti da immettere nel motore. I nostri obiettivi sono una salvezza tranquilla cercando di divertirci. Voglio costruire un gruppo di amici, ragazzi. Siamo sempre dilettanti non dimentichiamolo mai evitando di esasperare i toni. Infine voglio sottolineare come possiamo disporre di giovani di qualità. Poche squadre possono avere a disposizione tali elementi in rosa. Da Marchionne a Nieddu fino a Piacentino, Perugini e Tamburini. In panchina avevo classe 2000: sono la nostra forza. Mi seguono, sono molto bravi e non posso che essere contento di tutti loro”

Carlo Ferrante