Home / Ternana / Calciomercato Ternana, il blocco Fondi si è liquefatto
Ternana-Bari, inizia la prevendita per la sfida di sabato
foto Luca Pagliaricci

Calciomercato Ternana, il blocco Fondi si è liquefatto

La scelta di prelevare diversi calciatori dall’ex squadra laziale non ha poi convinto la dirigenza

Calciomercato Ternana, il blocco Fondi si è liquefatto

Un progetto tecnico fallito che ha trovato il suo apice con l’esonero del tecnico Sandro Pochesci. Missione incompiuta oppure c’era una volta il blocco Fondi. La nuova dirigenza rosoverde, in estate, si era presentata “trasportando” un corposo drappello di calciatori provenienti dall’ex proprietà Unicusano. Alla corte di Pochesci, anch’esso timoniere dell’ex compagine laziale, erano arrivati ben 8 calciatori che avevano vestito la casacca rossoblù: Marino, Signorini, Battistoni, Di Sabatino, Bombagi, Varone, Tiscione ed Albadoro. Inoltre, altri, di passaggio come Gambino, D’Agostino, Giannone e Mucciante per complessivi dodici elementi. Una vera e propria rivoluzione senza evidenti successi testimoniata da numeri esigui e prestazioni globali piuttosto scadenti.

 

Il difensore classe ’97 Pasquale Di Sabatino è stato ceduto, poi, in prestito al Matera durante la preparazione estiva, mentre per il centrocampista del 1995 Mattia Battistoni si sono perse subito le sue tracce. La società di Via della Bardesca ha quindi puntato su sei ragazzi che già conosceva dalla passata stagione. Bombagi e Tiscione hanno salutato la comitiva, nel mercato di riparazione invernale, mentre Varone, Signorini ed  Albadoro sono stati in procinto di essere ceduti fino all’ultimo giorno della suddetta sessione. Infine Marino è ai margini della rosa e potrebbe non essere inserito in lista.

Ternana, la meteora Francesco Bombagi

Il centrocampista ha debuttato in rossoverde nella gara interna contro il Parma. In campo solo 35′ minuti. L’allenatore Pochesci aveva annunciato la presenza del centrocampista classe ’89 in conferenza stampa pre-gara: “Domani debutterà un giocatore. Ve lo assicuro. Tanto non viene mai presa la formazione titolare, quindi ve lo dico io ed è Bombagi. E’ un giocatore che corre e che sa attaccare la porta. E’ un elemento alla Defendi, meno potente ma più tecnico dell’ex Atalanta. Mi auguro sia uno dei nostri rinforzi a campionato in corso.” Nel mercato di gennaio il cambio di programma ed il trasferimento a titolo definitivo al Pordenone.

Ternana, la fantasia di Fillippo Tiscione non ha brillato

Arrivato a Terni con l’etichetta di giocatore estroso ed eclettico. Partito bene nelle prime gara di campionato, si è poi eclissato. Non ha trovato continuità nell’arco del torneo di andata e quindi la decisione di darlo via, ma in prestito. Queste le parole dell’allora ex tecnico rossoverde: “Abbiamo salutato Tiscione. La sua avventura con la Ternana non è finita. La società gli ha rinnovato il contratto e andrà in prestito. E’ un nostro capitale perché è partito dai dilettanti con noi. Lui deve andare a giocare e magari ce lo ritroveremo l’anno prossimo più pronto. Non è stato ceduto, quindi ci crediamo. Andrà a Matera”. Provvedimento alquanto insolito per un classe ’85.

Ternana, Ivan Varone sedotto, abbandonato e poi ripreso

“Varone al momento sta con noi ed è un nostro giocatore.Vediamo come si mettono le cose. I nostri pezzi pregiati sono stati blindati”. Dichiarazioni di Pochesci, pre Ternana-Salernitana, che poi non si sono rilevate tali. Il calciatore napoletano è stato uno dei primi, del blocco Fondi, ad arrivare a Terni. Nelle 14 partite in campionato, una rete all’attivo nel match casalingo contro il Venezia, ha ben figurato per poi essere messo ai margini della comitiva. Prima della partenza per il ritiro di Pomezia la decisione della società di non aggregare il ragazzo al gruppo. Odore di cessione in vista per il classe ’92 ma con l’arrivo del nuovo tecnico Mariani il centrocampista è stato reintegrato.

Ternana, le possibili cessioni di Marino, Signorini ed Albadoro

Nell’ultimo giorno di mercato ci sono stati interessamenti ed offerte per altri tre giocatori ex Fondi. Tutti però sono rimasti alla corte rossoverde. Due di essi, Signorini ed Albadoro, sono stati convocati per il ritiro di Milano Marittima e quindi per la trasferta di Cesena in programma domenica alle ore 17.30. Mentre Marino, in procinto di partire da circa due settimane, potrebbe rimare fuori lista over.

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini