Home / Futsal / Ternana Femminile-Cagliari 7-3, le pagelle delle rossoverdi
Almanacco Calcio Ternano
Ternana Femminile, niente Pala di Vittorio per le rossoverdi con il Cagliari
foto Luca Pagliaricci

Ternana Femminile-Cagliari 7-3, le pagelle delle rossoverdi

Le pagelle delle rossoverdi al termine di Ternana Femminile-Cagliari

Ternana Femminile-Cagliari 7-3, le pagelle delle rossoverdi

Missione compiuta per la Ternana Femminile che ha battuto per 7-3 il Cagliari questo pomeriggio al Pala di Vittorio. Una tripletta della solita Renatinha ha rubato la scena, ma in gol sono andate anche Bisognin, Schmidt, Neka e Presto. Le Ferelle con questi tre punti continuano ad inseguire il terzo posto in classifica.

Ternana Femminile-Cagliari 7-3, le pagelle

MASCIA 8 Il Cagliari crea tantissime occasioni da rete e il portierone rossoverde è sempre attento. Anche col portiere di movimento compie interventi decisivi.

SCHMIDT 7.5 Ordine e quantità. Con Valerio a fare da ultimo la manovra delle Ferelle è incisiva e bella da vedere. Il gol quasi sulla sirena è la ciliegina sulla torta.

PRESTO 7.5 Tenacia da vendere e ripartenza da velocista. Trova anche una splendida rete da distanza siderale sfruttando la porta vuota dovuta al portiere di movimento delle ospiti.

BISOGNIN 7 Continua la crescita di Juliana dopo essere tornata a vestire la maglia rossoverde. Altro gol per lei con il classico “scaldabagno” che ha reso celebre la laterale brasiliana.

BIANCHI 7 Va spesso vicina al suo primo gol in rossoverde contro il Cagliari. I progressi di Talita sono ormai visibili gara dopo gara.

MANIERI 7 Altro elemento in ascesa in casa rossoverde. Non trova il gol, ma gioca una gara molto buona.

NEKA 7.5 Il suo gol dimostra ancora una volta la capacità di leggere in anticipo il gioco. Sponda ad occhi chiusi per Renatinha e subito dopo gol di precisione con la punta.

RENATINHA 9 Dopo il pokerissimo di Milano era difficile ripetersi, ma ci va vicina con la tripletta di oggi. Poco da dire…la Adamatti è spaziale!

BRANDOLINI 7 In mezzo a tante stelle si prende il suo spazio a testa alta.

Riccardo Tommasi