Home / 1°, 2° Categoria / 1° Categoria / Amerina, Michele Proietti ‘Un gruppo eccezionale di ragazzi’
Amerina, Michele Proietti 'Un gruppo eccezionale di ragazzi'

Amerina, Michele Proietti ‘Un gruppo eccezionale di ragazzi’

I biancocelesti hanno conquistato il ritorno in Promozione con due turni di anticipo

Amerina, Michele Proietti ‘Un gruppo eccezionale di ragazzi’

“Siamo partiti il sette agosto con dei presupposti importanti, cercando di pianificare al meglio la stagione. Ora possiamo parlare di risultati incredibili, pensavamo di fare un buon campionato ma non di essere imbattuti fin qui”. Sono parole di Michele Proietti, tecnico dell’Amerina capace di conquistare l’immediato ritorno in Promozione ad appena un anno di distanza. Le sue dichiarazioni al taccuino di www.calcioternano.it. “Il merito è soprattutto dei ragazzi, un gruppo con dei grandi valori. Siamo sempre tanti agli allenamenti, mi seguono dal 7 agosto. Mi verrebbe di ringraziare tutti: società, giocatori, il direttore sportivo Stefano Della Rosa e tutto lo staff. Si riparte da un campionato che l’Amerina merita. Io abito qui vicino nel comune di Amelia: doppia soddisfazione ma le soddisfazioni le prende chi se le merita ed in questo caso tutti i ragazzi protagonisti sui terreni di gioco.”

Amerina, Michele Proietti la svolta del torneo e le dediche

“Tra il pareggio interno contro il Del Nera e la vittoria di Guardea. Ci siamo guardati negli occhi e detti: qui c’è da stringerci tutti insieme. Siamo andati li ed abbiamo fatto un grandissimo match, cambiando atteggiamento. In quel frangente abbiamo capito che potevamo farcela. Dediche? Sicuramente alla mia famiglia la quale mi supporta e sopporta. Ai ragazzi, in campo ci vanno loro ed alla città di Amelia. C’è una società che fa degli sforzi ed è giusto stargli vicino. Questa piazza per me è veramente importante, mi aspettavano al varco: esame superato. Il torneo di Prima Categoria ha dimostrato di nascondere delle insidie piuttosto eloquenti. Guardate la classifica: ci sono cinque squadre capaci di conquistare almeno 45 punti. Soprattutto andare a far risultato fuori casa si è dimostrato alquanto difficoltoso. Ci sono compagini attrezzate e che militano da tanti anni in queste categorie. Inoltre le riforme dei campionati hanno fatto scendere giocatori di buona caratura. I miei giocatori sono stati davvero eccezionali: possono dare solo grande merito a loro”

Carlo Ferrante