Home / 1°, 2° Categoria / 1° Categoria / Castello, Alessandro Sabatini ‘Alla fine ce l’abbiamo fatta’
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

Castello, Alessandro Sabatini ‘Alla fine ce l’abbiamo fatta’

Il difensore biancoblù è raggiante per aver conseguito la promozione in Prima categoria

Castello, Alessandro Sabatini ‘Alla fine ce l’abbiamo fatta’

Prosegue lo speciale della redazione di www.calcioternano.it al Castello calcio, squadra vincitrice dei play-off di Seconda categoria girone D. Il difensore Alessandro Sabatini ci ha raccontato tutte le sue emozioni per questa grande impresa. “Una grandissima soddisfazione; finalmente dopo anni di sacrifici il Castello è tornato in Prima Categoria! Abbiamo festeggiato dalla fine della partita alla fine del giorno con tutte le persone che hanno preso parte al progetto vittoria! La cosa che mi rimarrà in mente per sempre sono i ringraziamenti, a fine partita, da parte dei castellesi doc. Quest’ultimi tengono a noi come persone e come squadra, ci hanno seguito sempre e ovunque. Non potevamo che ricambiare la fiducia con l’ultima vittoria dell’anno.”

Castello, Alessandro Sabatini ed il racconto dei play-off

In entrambe le gare di play-off la classifica ci dava per sfavoriti e per arrivare alla vittoria dovevamo “solo” vincere e vincere. La stagione calcistica è stata condizionata da tantissimi infortuni. Più di tre quarti della squadra è rimasta ai box in momenti alterni. Alcuni sono riusciti a rientrare in tempo per i play-off (Ricci decisivo nel match contro il Ciconia ad esempio) dando prova di come tutti siamo stati importanti per centrare l’obiettivo. Siamo un grande gruppo! A detta dei tifosi il migliore che il paese Castel dell’Aquila abbia mai visto vestire la maglia bianco-blu. In campo, nelle difficoltà, ci guardavamo negli occhi e trovavamo la forza, oltre che in noi stessi, nel compagno. Fuori dal campo ci siamo sempre organizzati ottimamente per cene aperitivi e serate goliardiche. Siamo la prova che la squadra è una seconda famiglia.”

Castello, Alessandro Sabatini ed il momento clou del campionato

“Ci sono stati più momenti: ad inizio preparazione abbiamo riproposto una rosa di livello, da anni sempre la stessa ma con qualche elemento di grande qualità in più, che è innegabile, ci ha aiutato molto. Secondo passo? Avanzare nelle competizioni di Coppa. Dopo il passaggio della fase a gironi siamo arrivati in semifinale e nell’arco di 15 giorni abbiamo disputato 4 o 5 partite compreso il campionato; periodo difficile ma ne siamo usciti dignitosamente e nel migliore dei modi. Terzo punto, vincere con le squadre “più abbordabili”. Differentemente dagli altri anni non abbiamo perso punti importanti con chi, sulla carta, era sfavorito nei nostri confronti, da qui il quarto step: l’essere cresciuti come giocatori e come persone. L’insieme di questi fattori ha fatto si che in noi crescesse la consapevolezza che ce l’avremmo fatta, e così è stato.”

Castello, Alessandro Sabatini e le dediche

“Dedico questa promozione ai miei compari, amici in campo, compagni di tante battaglie e di mille risate. Dedico questa promozione al Mister Pellegrini, sindaco della squadra, e a tutti i suoi collaboratori, primo tra tutti il sig. Papini, il mago. Dedico questa promozione a Luciano, un presidente con la pelle bianco blu. Dedico questa promozione all’intera dirigenza, sempre presente durante tutto l’anno, fondamentale. Dedico questa promozione a tutti i tifosi, ragazzi di oggi e di una volta, che ci hanno sempre supportato e seguito ovunque (nelle ultime due gare a Castel dell’Aquila erano rimasti solo gli animali e non tutti)!” 

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini