Home / Ternana / Ternana, bagarre aperta su tre fronti alla conquista della Serie B
Dott.ssa Greta Astorri Valentini
Ternana, bagarre aperta su tre fronti alla conquista della Serie B
Foto Luca Pagliaricci

Ternana, bagarre aperta su tre fronti alla conquista della Serie B

Ternana, bagarre aperta su tre fronti alla conquista della Serie B

E’ una corsa contro il tempo per tentare l’ultimo e definitivo assalto alla Serie B. Sei le squadre coinvolte con diversi procedimenti aperti e possibili ulteriori scenari da sviluppare. Ecco un riepilogo della situazione al momento

1) Riammissione Entella. I liguri, nella giornata di ieri, sembravano ad un passo di essere riammessi in Serie B. La sentenza del Collegio Di Garanzia aveva garantito speranze e possibilità nel riscrivere la graduatoria, penalizzare il Cesena e farlo retrocedere all’ultimo posto. Tuttavia, come si apprende nella giornata odierna, la FIGC ha impugnato la decisione e farà ricorso al TAR. I diavoletti non scenderanno in campo contro l’Arzachena come annunciato dalla Lega Pro

2) Istanza al sottosegretario alla presidenza del consiglio Giancarlo Giorgetti. Cinque club firmatari ossia Ternana, Pro Vercelli, Siena, Catania e Novara si sono impegnati ad azzerare tutti i contenziosi attualmente in essere. La richiesta è l’adozione di un provvedimento straordinario mediante il quale si provveda al reintegro di tutte le società escluse dal campionato di Serie B. Tutte e cinque le formazioni non sono scese in campo alla prima, non lo faranno alla seconda e neppure alla terza di campionato. A queste va aggiunta anche la Viterbese che attende di conoscere il proprio girone dopo essere stata inserita in quello meridionale

3) TAR del Lazio più TFN o Collegio Di Garanzia. Ulteriore passaggio determinante e probabilmente, ultimo salvo eventuali richieste di risarcimento, riguarda le giornate di mercoledì 26 e venerdì 28 settembre. Dapprima l’udienza al TAR dove si esamineranno le richieste di sospensiva relative alle decisioni adottate dal Collegio di Garanzia. Se sarà accolta quella relativa al format cadetto la palla passerà al CONI (venerdì 28). Altrimenti se confermata la decisione del Collegio di Garanzia a sezioni unite si ripartirà dal primo grado (TFN).

Tommaso M. Ferrante