Home / Ternana / Lega Pro, Gabriele Gravina ed una svolta che riguarda anche la Ternana
Dott.ssa Greta Astorri Valentini
foto Lega Pro

Lega Pro, Gabriele Gravina ed una svolta che riguarda anche la Ternana

Lega Pro, Gabriele Gravina ed una svolta che riguarda anche la Ternana

Il prossimo 22 ottobre potrebbe segnare un passaggio significativo per il calcio italiano. Candidato unico alla presidenza della FIGC è Gabriele Gravina attuale presidente della Lega Pro. Al momento può vantare sul 63% delle componenti in virtù dell’appoggio già manifestato dalla Lega Dilettanti, AIA ed AIAC oltre che naturalmente dalla C

La questione delle NOIF centrale per il futuro presidente

A meno di sorprese last minute Gabriele Gravina dovrebbe diventare nuovo presidente della Federcalcio, andando ad intercettare ulteriori voti necessari per il passaggio di consegne. Dopo la parentesi Fabbricini ecco il nuovo possibile scossone. Ma lo sarà? Secondo il programma già comunicato dei punti di discontinuità, rispetto al passato, ci sono. Ma la questione dirompente e imminente che interessa alla Ternana, legata alle vicissitudini estive, riguarda la questione delle NOIF. Come è noto possono essere modificate solo a maggioranza qualificata dal Consiglio Federale. Non è stato così lo scorso 13 agosto quando Fabbricini ha ratificato il passaggio da 22 a 19 squadre riducendo l’organico di B. Un format cadetto previsto solo per la stagione 2018/2019, come specificato all’interno delle norme. Ed allora come sarà la B 2019/2020? Leggendo il programma di Gravina l’intenzione è quella di confermare la Serie A a 20 e portare la seconda divisione ad altrettante partecipanti. Quando potrà avvenire questo passaggio? In teoria con la posizione ‘sub judice’ dell’Entella già in questo campionato si potrebbe verificare tale opzione. A quel punto la modifica NOIF sarebbe solo formale e non sostanziale. Diverso il caso in cui ci sia un passaggio meno graduale. Ripristinare la normativa originale con la  riduzione a partire dalla stagione 2020/2021. In tal senso un pronunciamento di merito è atteso dal TAR Lazio il prossimo 23 ottobre. I rossoverdi, ormai virtualmente fuori dalla possibilità di essere ripescati, attendono comprensibilmente una risposta. A quella data saranno trascorsi 71 giorni dalla modifica del format, un’eternità considerando tutto ciò che è accaduto.

Tutte le opzioni previste

  1. Serie B a 20 squadre con la riammissione dell’Entella che attende l’ordinanza del TAR a partire dalla stagione 2018/2019.
  2. Serie B a 22 squadre con il format pre 13 agosto nel torneo 2019/2020 e sette promozioni dalla Lega Pro
  3. Serie B a 22 squadre con il ripristino del format originario ed in tal senso anche il TAR è atteso ad un pronunciamento di merito il 23 ottobre a partire dalla stagione 2018/2019
  4. Serie B a 20 squadre dal 2019/2020 ed a quel punto 5 promozioni dalla Lega Pro
  5. Serie B a 19 confermata anche per la stagione 2019/2020

Tommaso M. Ferrante