Home / Ternana / Lega Pro Girone B Ternana-Albinoleffe, i rossoverdi vincono ma non convincono
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
Lega Pro Girone B, il calendario della Ternana post Consiglio Federale
foto Luca Pagliaricci

Lega Pro Girone B Ternana-Albinoleffe, i rossoverdi vincono ma non convincono

Lega Pro Girone B Ternana-Albinoleffe, i rossoverdi vincono ma non convincono

Sia ben chiaro, la Ternana ieri doveva vincere e lo ha fatto. Questo è l’aspetto più importante. Contro l’Albinoleffe del tecnico Massimiliano Alvini, i rossoverdi, hanno centrato la seconda vittoria stagionale ma, sembra una frase fatta e scontata, Defendi e compagni hanno vinto ma non convinto. Capiamo tutte le problematiche possibili di questa prima parte di stagione: il campionato iniziato in ritardo, la poca amalgama tra i giocatori, i meccanismi ancora non oliati alla perfezione, i tanti infortuni a centrocampo. Però, dinanzi ad una squadra che ha giocato a viso aperto lasciando anche varchi importati, le Fere non sono sembrate pungenti e sono risultate macchinose sotto porta.

Lo abbiamo ribadito più volte, il campionato di Serie C non si vince a “mani basse” anche se si dispone di una “Ferrari” e bisogna calarsi nella mentalità di questo torneo. D’altro canto però la Ternana, qualitativamente e numericamente, ha giocatori di caratura e tasso tecnico superiore alla media e tutti, tifosi e stampa compresa, si aspettano sempre quel qualcosa in più dai rossoverdi. Senza dubbio il cammino mostrato finora, 8 punti in 4 gare, rappresenta un buon andamento. Se arrivasse anche un gioco più convincente con una Ternana più sicura dei propri mezzi, allora potremmo essere un po’ tutti più entusiasti della squadra allenata da Gigi De Canio. Ma finora va bene cosi.

Lega Pro Girone B Ternana-Albinoleffe, cosa non è andato bene

  • Manovra poco fluida
  • Scarsa lucidità sotto porta
  • Vantaggiato troppo nervoso
  • Scollamento tra reparti
  • Cambio Callegari-Pobega non azzeccato

Lega Pro Girone B Ternana-Albinoleffe, cosa è andato bene

  • Solidità difensiva
  • Gruppo compatto
  • Molteplici soluzioni offensive
  • Cambi tempestivi ed al momento giusto
  • Crescita nel secondo tempo

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini