Home / 1°, 2° Categoria / Ortana, Eugenio Carletti ‘Sarebbe bello festeggiare i 100 anni e la promozione’
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

Ortana, Eugenio Carletti ‘Sarebbe bello festeggiare i 100 anni e la promozione’

Ortana, Eugenio Carletti ‘Sarebbe bello festeggiare i 100 anni e la promozione’
E’ tornata a disputare i campionati umbri l’Ortana. La formazione del Presidente Nesta sta partecipando al torneo di Seconda categoria girone D. In questo avvio di campionato, la squadra del tecnico Petrarca, si trova in seconda posizione con nove punti: tre vittorie ed una sconfitta il suo score. Nell’ultima gara giocata, i biancorossi, hanno battuto, tra le mura amiche, l’Intermana Nahars. Man of the match è stato Eugenio Carletti, il quale, ai microfinoni di www.calcioternano.it, ha raccontato la sfida. “È stata una partita tirata in quanto l’Interamna, oltre ad essere una buona squadra, ci sovrastava in classifica generale. Nonostante fosse la quarta giornata era già una partita importante che fortunatamente siamo riusciti a vincere. Devo dire anche meritatamente, grazie a tutta la squadra ma soprattutto al nostro portiere che ha parato due rigori”

Ortana, il racconto della doppietta e la dedica

“I gol sono stati frutto di due ottimi passaggi da parte di due miei compagni. Entrambi sono stati in grado di servirmi nella maniera giusta. Il primo, un bel tiro a giro che sono riuscito finalmente a calciare, è finito dentro mentre il secondo è stato un po’ simile ai soliti: ho dribblato il difensore ed il portiere ed ho messo in rete. La doppietta la voglio dedicare al tecnico Gaetano Petrarca. Quest’ultimo, ormai, mi conosce da qualche anno e si è sempre comportato bene con me. Inoltre rivolgo una dedica particolare alla società che merita di tornare grande” 

Ortana, obiettivi di squadra e personali

“L’Ortana, in questa stagione, festeggia i suoi 100 anni di vita. Grazie all’impegno del presidente Nesta e della dirigenza si è prefissata l’obiettivo di vincere il campionato. L’intento di noi calciatori è quello di centrare questo traguardo, cercando di giocare come squadra/famiglia quale siamo. Il mio obiettivo? E’ continuare a divertirmi sperando di riuscire a togliermi qualche altra soddisfazione insieme ai miei amici. Non guardo troppo al futuro ma preferisco vedere come va domenica dopo domenica, giorno dopo giorno.”

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini