Home / Ternana / Ternana, torna il sereno in casa rossoverde
Dott.ssa Greta Astorri Valentini
Foto Luca Pagliaricci

Ternana, torna il sereno in casa rossoverde

Ternana, torna il sereno in casa rossoverde

Una vittoria che serviva come il pane per scacciare via la minicrisi di risultati nel quale, la Ternana, era incappata. I tre punti sono arrivati contro il Rimini, le Fere, hanno dimostrato coesione e quella combattività che si era persa per strada nelle ultime gare. Tanti i segnali positivi riscontati nel match di ieri. L’imprescindibilità al centro della difesa di Mobido Diakitè, il francomaliano ha sorretto un muro invalicabile davanti a Iannarilli tranquillizzando anche i compagni di reparto. Di ciò ne ha beneficiato anche il giovane Hristov, in difficoltà contro il Vicenza, ha superato, ieri, brillantemente la prova andando a sbloccare il match in apertura e poi a disputare una partita pressoché perfetta. Centrocampo più manovriero e con una velocità di pensiero diversa e meno macchinosa. Bene Altobelli, anche se ancora non al top, benissimo Pobega il quale sta interpretando al meglio il ruolo di mezzala. L’ex milanista è in netta crescita: sia nelle transizioni offensive e sia in quelle passive ha fatto vedere ottime cose. Furlan ha dato quella imprevedibilità, la quale, è servita a spiazzare gli avversari. Peccato il rigore sbagliato.

Frediani e Bifulco, in attacco, hanno dato quel brio che mancava alla fase di finalizzazione rossoverde. Si sono viste giocate in profondità e la ricerca del passaggio per vie orizzontali. Tutti fattori mancanti nell’ultimo periodo a questa Ternana. Marilungo li davanti è sempre pericoloso. Manca il gol all’attaccante di Montegranaro ma le sue prestazioni sono sempre utili alla squadra anche quando non riesce a gonfiare la rete. Segnali quindi positivi, serviva una scossa per riportare serenità al gruppo ed è arrivata. La formazione di De Canio, a questo punto del torneo, è a tre punti dalla vetta con una partita in meno rispetto alle altre squadre. Miglior difesa del campionato e miglior differenza reti insieme alla Triestina. Fattori incoraggianti, serve quindi continuità di prestazioni e di mentalità. Sabato un’altra sfida delicata da non perdere!

RIVIVI IL MATCH TERNANA-RIMINI

PAGELLE TERNANA-RIMINI

Ternana-Rimini, fattori positivi

  • Manovra più veloce
  • Ricerca di profondità
  • Ottima prestazione dei giovani
  • Imprescindibilità di Diakitè
  • Presenza di Stefano Bandecchi

Ternana-Rimini, fattori negativi

  • Cambi tardivi, bisognava preservare alcuni titolari
  • Rigore sbagliato di Furlan

 

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini