Home / Varie / Calcio e Salute, Alessandro Diomedi ‘Praticare l’attività sportiva nella stagione invernale’
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
Calcio e Salute, Alessandro Diomedi 'Praticare l'attività sportiva nella stagione invernale'

Calcio e Salute, Alessandro Diomedi ‘Praticare l’attività sportiva nella stagione invernale’

Calcio e Salute, Alessandro Diomedi ‘Praticare l’attività sportiva nella stagione invernale’

Attività sportiva praticata e stagione invernale. Un connubio piuttosto particolare, in virtù di possibili rischi che si possono porre in essere. La redazione di www.calcioternano.it ti presenta lo speciale ‘Calcio e salute’ a cura del fisioterapista Alessandro Diomedi: buona lettura

Ciao Alessandro, quali sono i principali tipi di infortuni legati all’attività sportiva praticata durante la stagione invernale?

‘Con il freddo ebbene fare attenzione alla muscolatura. Di base occhio alle contratture, dato che le temperature rigide non aiutano l’afflusso sanguigno ai muscoli. Associate alle contratture anche strappi e stiramenti: se il muscolo non è ben coperto c’è il rischio di compiere un movimento il quale poi comporta questi tipi di infortunio’. Abbigliamento consigliato durante l’attività ‘Un capo tecnico come ad esempio può essere una felpa in pile, in alternativa una tuta abbastanza aderente”

Come ovviare per evitare gli infortuni?

‘Non partire subito a freddo, è molto importante. Occorrono almeno dieci minuti in più, di riscaldamento, rispetto al periodo estivo. A tal proposito lo stretching non è molto consigliato. Inoltre anche il defaticamento è una pratica molto utile se adottata, soprattutto, nella fase di transizione. Alcuni esempi: per il tennista la procedura di riscaldamento è iniziare con colpi leggeri, i palleggi son indicati per i calciatori, pedalare in progressione la tecnica migliore per il ciclista. Per recuperare da una contrattura occorrono circa 3-4 giorni, appena più lungo il decorso da uno stiramento (circa 15 giorni), più lungo e complesso il recupero post strappo muscolare. Una buona fase di riscaldamento può aiutare in tal senso. Inoltre evitare gli alcolici prima di cimentarsi in un’attività. Infine un buon bicchiere o tazza di thè zuccherato, barrette o zuccheri per alimentarsi: il consumo calorico è infatti piuttosto elevato durante le attività invernali’

Tommaso M. Ferrante

Avatar