Home / Promozione / Amc98, Simone Anullo ‘Possiamo giocarcela con tutti’
Accademia Rousseau

Amc98, Simone Anullo ‘Possiamo giocarcela con tutti’

Amc98, Simone Anullo ‘Possiamo giocarcela con tutti’
L’Amc98 del tecnico Enzo Montecchiani, nell’ultimo turno di campionato, ha battuto il Terni Est Soccer School al campo di “Strinati” di Via Vulcano. Gara combattuta e sbloccata nella ripresa da una rete del giovane attaccante Simone Anullo. La redazione di www.calcioternano.it, con il classe 2000, ha parlato delle sfida e delle ambizioni personali e di squadra in questo torneo di Promozione girone B.

L’analisi del match

“È stata una gara molto difficile sopratutto il primo tempo. Loro avevano solo un risultato e sono partiti subito forte, pressando alti e non dandoci l’opportunità di palleggiare. A fine primo tempo siamo riusciti ad alzare il baricentro della squadra e abbiamo avuto un’ottima occasione su palla da fermo. Il secondo tempo il Terni Esto è un po’ calato. Abbiamo preso in possesso  la gara  sfruttato al meglio una delle poche occasioni create e siamo passati in vantaggio. Potevamo sicuramente fare meglio, su alcune situazioni, ma siamo soddisfatti lo stesso.”

Le dediche ed obiettivi

“A mia madre sempre presente ovunque. Grazie a lei ho dato costanza alla mia passaione: il calcio. Un’altra dedica va alla mia ragazza Benedetta ed in ultimo a tutte le persone che puntano su di me come: il direttore sportivo Ciuchi e il mister Enzo Montecchiani. Siamo soddisfatti dell’andamento in campionato, la salvezza è il nostro obiettivo principale. Abbiamo dimostrato sul campo di poter fare bene e di giocarcela con tutti. Dopo natale c’è stato un periodo nel quale si è prodotto poco in termini di risultati, ne siamo usciti bene grazie al gruppo, alla società e al mister. Tutti siamo rimasti compatti ed abbiamo superato quel periodo. Ogni domenica siamo pronti a sacrificarci l’uno per l’altro sempre per portare a casa i 3 punti!

Differenze tra la Promozione ed un campionato giovanile

“Rispetto al campionato giovanile qui hai a che fare con ragazzi più grandi, i quali puntano più sull’esperienza e sulla fisicità.  In qualche circostanza devi essere più intelligente nel fare delle scelte. Per il resto io scendo in campo sempre allo stesso modo poiché ero già abituato a giocare contro ragazzi molto forti, come mi capita in questo torneo. tutto questo è anche grazie al fatto di essere cresciuto in settore giovanile ben organizzato come quello del Campitello. Le varie stagioni in rossoblù mi hanno permesso di presentarmi a questa prima esperienza nel calcio “dei grandi”, senza risentirne più di tanto.”

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini