Home / Ternana Calcio / Ternana, retroscena Andrea Paolucci: una scelta a malincuore prima del nuovo decollo
Accademia Rousseau
Ternana, retroscena Andrea Paolucci: una scelta a malincuore prima del nuovo decollo
Foto Luca Pagliaricci

Ternana, retroscena Andrea Paolucci: una scelta a malincuore prima del nuovo decollo

Ternana, retroscena Andrea Paolucci: una scelta a malincuore prima del nuovo decollo

Si è preso le chiavi del centrocampo della Virtus Entella a suon di prestazioni. Eppure Andrea Paolucci poteva restare alla Ternana e contribuire alla risalita dei rossoverdi. Sicuramente uno dei pochi a salvarsi, al termine della scorsa stagione, culminata con la retrocessione all’ultimo posto delle Fere. Probabilmente, a nostro avviso, l’unico che meritava davvero la conferma al netto delle cessioni di Montalto e Carretta oltre il mancato riscatto di Tremolada. Il calciatore, l’estate scorsa, aveva ricevuto un paio di chiamate da società cadette le quali avevano sondato la propria disponibilità. Successivamente c’era stato anche qualche contatto con alcuni club di C ma la risposta era stata sempre la medesima: priorità ai rossoverdi. Dopo aver aspettato la chiamata per la convocazione e trascorsi i primi giorni di ritiro, la situazione già era abbastanza chiara. Le strade di Andrea Paolucci e quella della Ternana dovevano separarsi, non per volontà del centrocampista il quale avrebbe continuato più che volentieri la sua avventura

Ternana, l’arrivo di Vives e la partenza di Paolucci

Il calcio è fatto di scelte e strategie. Così è avvenuta la separazione, mister De Canio ha optato per Giuseppe Vives incaricato di guidare il centrocampo della Ternana. Per Paolucci invece la trattativa lampo con l’Entella e la partenza verso il ritiro, dopo aver salutato nuovi e vecchi (rimasti in pochi ndr) compagni di squadra.

LA TRATTATIVA TRA TERNANA ED ENTELLA

La scelta ha premiato i liguri e penalizzato, seppur con il senno di poi, i rossovedi. Da una parte Giuseppe Vives che non ha potuto contribuire alla causa, in virtù dei problemi fisici manifestati dopo le prime due gare di campionato. Dall’altra Andrea Paolucci diventato leader della mediana dei diavoli neri, sempre più proiettati verso il ritorno in cadetteria.

Tommaso M. Ferrante

Avatar