Home / Ternana Calcio / Ternana, piccoli miglioramenti e lo sfogo di Marilungo
Accademia Rousseau
Foto Luca Pagliaricci

Ternana, piccoli miglioramenti e lo sfogo di Marilungo

Ternana, piccoli miglioramenti e lo sfogo di Marilungo

Continua la convalescenza della Ternana. Nella gara di ieri contro la Sambenedettese, la formazione di Gallo, ha mostrato dei piccoli miglioramenti ma non è riuscita a portare a casa, ancora una volta, tutta la posta in palio. Ormai la vittoria manca da 11 turni (12 se consideriamo anche la partita di Coppa Italia a Viterbo), sono soltanto cinque i punti di vantaggio sulla zona rossa. Le squadre di bassa classifica continuano ad avere un buon andamento, la Ternana invece, ha una media imbarazzante. Pensare che nelle prime dieci giornate di campionato, i rossoverdi, non avevano conosciuto sconfitta subendo appena 4 gol. Poi il black-out del 2019: 8 sconfitte e 4 pareggi. Allora quali sono i miglioramenti? Intanto il non aver subito gol. Quindici le gare in cui le Fere incassavano una rete dagli avversari. La fase difensiva, eccetto la disattenzione dei primi minuti, è stata ottima sotto ogni punto di vista. La difesa è stata schierata sia a 4 che a 3 e non ha avuto scollamento, massima è stata la concentrazione. Il reparto più preoccupante è sicuramente l’attacco. La sterilità offensiva è alquanto allarmante, la Ternana fa fatica negli ultimi 30 metri. L’ultima realizzazione di un attaccante, in campionato, risale alla trasferta di Salò con la rete di Marilungo.

Proprio quest’ultimo è stato protagonista di uno sfogo nel dopo partita (intera intervista nel video soprastante). “Marilungo può essere anche un giocatore finito, ma non è possibile che siano tutti finiti. Serve che tutti corrano per gli altri perché altrimenti ognuno di noi è morto. Dobbiamo tutti aiutarci e non può essere il singolo ad uscire fuori da questa situazione.” Parole forti le quali fanno intuire i problemi emersi nel corso della stagione e che al momento si sta cercando di risolvere con il lavoro e la dedizione. L’ultimo passaggio delle dichiarazioni del giocatore fanno pensare a come questa crisi di risultati sia diventata pesante anche agli stessi rossoverdi: “Ci siamo rotti di questa situazione”. Figuriamoci i tifosi!

Alessandro Madolini

Alessandro Madolini