Home / Futsal / Futsal Ternana, Alessandro Bruschi ‘Vincere un campionato è sempre emozionante’
Nutrizionista Greta Astorri Valentini

Futsal Ternana, Alessandro Bruschi ‘Vincere un campionato è sempre emozionante’

Futsal Ternana, Alessandro Bruschi ‘Vincere un campionato è sempre emozionante’

La Futsal Ternana si è laureata con largo anticipo come vincitrice del girone B della Serie C2 di calcio a 5. Un trionfo quasi annunciato in estate, visto l’organico di spessore a disposizione di mister Federico Pellegrini. Vincere non è mai semplice però ed a raccontarlo è uno degli ultimi arrivati. Alessandro Bruschi, tra i migliori marcatori di sempre nel calcio a 11 dilettantistico ternano, racconta la sua esperienza in rossoverde.

Futsal Ternana, Alessandro Bruschi ‘Vincere un campionato è sempre emozionante’

“Vincere un campionato è sempre bello ed emozionante. Non dimentichiamo poi che in questa stagione ci siamo portati a casa anche la coppa umbra. Questo a testimonianza di una superiorità indiscutibile da parte della nostra squadra, ma la nostra forza è anche avere alle spalle una società composta da persone serie che hanno contribuito come noi giocatori a rendere possibile il trionfo. Per me il passaggio dal calcio a 11 a quello a 5 non è stato, anzi non è, facilissimo. Sono due sport molto diversi con modi di giocare differenti. Nel calcio un giocatore durante la partita ha più momenti dove rifiatare, mentre nel futsal sei sempre impegnato. La differenza più evidente è la rapidità del gioco e soprattutto delle giocate. Per fortuna ho trovato un mister come Pellegrini che è veramente un maestro e poi dei compagni di squadra dai quali si poteva solo imparare e pronti ad aiutarmi nel processo di inserimento. In modo particolare vorrei spendere due parole per il nostro capitano Simone Capotosti, che a 45 anni, è ancora uno dei giocatori più forti in circolazione, frutto di un amore, un impegno ed una professionalità fuori dal comune. A lui vorrei fare ancora le più sentite condoglianze per la scomparsa del papà. Per quanto riguarda il mio futuro non so cosa succederà. Mi impegnerò al massimo come ho sempre fatto, per convincere il mister che posso stare in questo gruppo e meritarsi la riconferma”.

Riccardo Tommasi

Avatar