Home / Ternana Calcio / Ternana, Ali Rossoverdi ‘Non si rubano le idee degli altri’
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
Ternana, Ali Rossoverdi 'Non si rubano le idee degli altri'

Ternana, Ali Rossoverdi ‘Non si rubano le idee degli altri’

Ternana, Ali Rossoverdi ‘Non si rubano le idee degli altri’

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Ali Rossoverdi ‘Alla nascita del Centro Coordinamento Club Ternana Calcio, Ali Rossoverdi era stato coinvolto nel gruppo come club ufficiale, tanto che la nostra presidente Daniela Maccaia era stata eletta vicepresidente del Centro Coordinamento, mentre a Gianna Ubaldi, Marta Sdoga e Monica Capoccetti – sempre facenti parte del direttivo di Ali Rossoverdi – era stato dato il compito di organizzare eventi e manifestazioni. In quel periodo Gianna Ubaldi, parlando con Luciano Nevi, ragionò sull’idea di portare il calcio e la storia della Ternana nelle scuole.

Un’idea per la quale Gianna ricevette complimenti – che possiamo provare con screenshot allegati – sia da Nevi che da Faustini, presidente del Centro Coordinamento. Purtroppo, successivamente, non condividendo la politica e i modi, le componenti del direttivo di Ali Rossoverdi hanno deciso di dare le dimissioni dal Centro Coordinamento, continuando a lavorare all’idea di portare il calcio e la storia della Ternana nelle scuole. Il 27 febbraio, quando il presidente della Ternana calcio Bandecchi ha convocato tutti i gruppi dei tifosi per un incontro, Ali Rossoverdi avrebbe voluto illustrare le proprie idee e i propri progetti, ma purtroppo in quella sede non ce n’è stato il tempo. Per questo motivo abbiamo, infatti, richiesto al presidente un nuovo incontro.

Oggi, 14 marzo 2019, però l’amara sorpresa: scorrendo le varie pagine dei social network e dei quotidiani online, scopriamo che dal Centro Coordinamento ci viene ‘rubato’ tutto. Passi il fatto che ci siano già stati ‘scippati’ molti sponsor, ma venire a sapere che ci hanno ‘rubato’ anche le idee non ci va giù. Questo non è tollerabile. È bello fare bella figura con le idee degli altri, vero?’

Tommaso M. Ferrante

Avatar