Home / Promozione / Olympia Thyrus, Marco Raccogli ‘Il gol segnato? Una delle gioie più grandi della mia vita’
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
Olympia Thyrus, Marco Raccogli'Il gol segnato? Una delle gioie più grandi della mia vita'

Olympia Thyrus, Marco Raccogli ‘Il gol segnato? Una delle gioie più grandi della mia vita’

Olympia Thyrus, Marco Raccogli’Il gol segnato? Una delle gioie più grandi della mia vita’

Vincere nei minuti finali è sempre una grande emozione, segnare la marcatura decisiva in un contesto molto particolare è ancora più bello. La storia è quella di Marco Raccogli, centravanti dell’Olympia Thyrus rimasto a guardare i compagni per un lunghissimo periodo. Un brutto infortunio gli ha privato il campo di gioco, ritrovato poco tempo fa. Domenica ha regalato a se stesso ed a tutta la sua squadra una grande gioia, raccontata al taccuino di www.calcioternano.it

Le parole di Marco Raccogli

“Una delle più grandi della mia vita per una serie di motivi.In primis perché è stato il ritorno al gol dopo oltre 20 mesi di astinenza, dovuto purtroppo ad un brutto infortunio che mi ha tenuto lontano dai campi di gioco. Il secondo perché era il giorno del compleanno della mia ragazza e ci tenevo in maniera particolare a segnare. Infine realizzare una rete decisiva del 2-1 al 90esimo contro la mia ex squadra ha avuto un sapore particolare. Non nascondo che appena segnato non sono riuscito a trattenere le lacrime, è stata un emozione unica per tutto quello che ho passato.”

 

Sulla gara giocata al Laureti ‘Molto difficile per noi, parlando in maniera onesta non abbiamo fatto una grande partita e sinceramente non avremmo neanche meritato di vincerla. Il calcio è bello anche per questo: vincere era fondamentale per noi perché, molto probabilmente, ci allontana definitivamente dalla zona a rischio e ci permette di poter affrontare le partite che mancano con maggiore serenità’.

Sul post infortunio ‘Il mio ritorno all’attività agonistica lo sto vivendo molto bene. Sono stato male lontano dall’ambiente calcistico, mi mancava vivere le emozioni in campo, lo spogliatoio,la quotidianità con i compagni ed il mister. Non finirò mai di ringraziarli perché è anche grazie a loro che ho avuto la forza di ricominciare. Ci tenevo a ringraziare anche una persona speciale il quale, in questo periodo mi ha dato una carica ed una forza incredibile ed ha sempre creduto in me che è Enrico Vincenti. Sempre presente e disponibile ad ogni allenamento ed ogni partita, il gol di domenica lo dedico anche a lui. Finché la matematica non ci condannerà noi ci proveremo fino all’ultimo anche se obbiettivamente i playoff ormai sono molto difficili da raggiungere. Tuttavia abbiamo ancora 15 punti disponibili vediamo cosa succederà’

Tommaso M. Ferrante

Avatar