Home / Ternana Calcio / Ternana, messaggio destinato ai calciatori tesserati della prima squadra
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
Serie B ufficiale, cambia il format: una chance in più per la Ternana
Foto Luca Pagliaricci

Ternana, messaggio destinato ai calciatori tesserati della prima squadra

Ternana, messaggio destinato ai calciatori tesserati della prima squadra

Preambolo doveroso. Questa nostra semplice e piccola iniziativa è dettata semplicemente dalla passione sfrenata che ci lega ai colori rossoverdi ed alla nostra città. Non si tratta di una lettera aperta e nemmeno di un appello, perchè non abbiamo titoli per farlo. Tuttavia, il mondo di internet è così diffuso e disponibile ai più che ci consente di propagare questo piccolo messaggio, rivolto a tutti i calciatori tesserati, della prima squadra della Ternana

Messaggio per Antony Iannarilli, Riccardo Gagno, Tommaso Vitali, Dario Bergamelli, Pasquale Fazio, Petko Hristov, Federico  Giraudo, Modibo Diakite, Federico Mazzarani, Michele Russo, Marino Defendi, Lorenzo Callegari, Luca Castiglia, Federico  Furlan, Tommaso Pobega, Rigoberto Rivas, Daniele Altobelli, Fabrizio Paghera, Antonio Palumbo, Daniele Vantaggiato, Kingsley Boateng, Marco Frediani, Alfredo Bifulco, Guido Marilungo, Francesco  Nicastro

L’anno 2019 è ormai iniziato da 112 giorni. Domenica, prima che affronterete il Ravenna, saranno trascorsi 122 giorni da quel 27 dicembre 2018 coincidente con l’ultimo vostro successo allo stadio Liberati. Nelle successive 19 partite, tra campionato e coppa, avete ottenuto dieci pareggi e nove sconfitte passando dal secondo posto a due punti dai play out. I dati sono piuttosto eloquenti e non c’è bisogno naturalmente di sottolineare e rimarcare le responsabilità calcistiche enormi, le quali vi chiamano in causa. Tuttavia, sembra inimmaginabile a cospetto di come tutti ci aspettavamo la stagione, domenica vi giocherete una chance colossale per evitare di finire nel baratro. A dire la verità nel baratro ci finiremmo noi dato che i contratti si risolverebbero in caso di malaugurata, quanto inopinata retrocessione. La nostra speranza, da piccoli operatori dell’informazione e soprattutto da tifosi è che domenica si risolva tutto, mettendo una pietra gigantesca su questa  stagione a dir poco paradossale. Non sono bastati tre differenti tecnici, due direttori sportivi ed una rivoluzione estiva.

Da domani tornerete ad allenarvi per preparare la gara di domenica. Avrete una grande occasione, far terminare questa agonia che sta diventando lancinante, calcisticamente scrivendo. Lo dovete alla posizione di professionisti che ricoprite, ad una società che ogni mese vi garantire una retribuzione, ad una tifoseria intera la quale vi ha sempre supportato. Stavolta cercatela di sfruttare perché altrimenti le conseguenze sarebbero devastanti, soprattutto ed esclusivamente per una città intera. Avete una grande fortuna, giocate al calcio a livello professionistico, il sogno un pò di tutti gli amanti di questo sport. Non trascinateci in un incubo

Tommaso M. Ferrante

Avatar