Home / Ternana Calcio / Ternana, un biennio da incubo: si torna indietro di dodici anni
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
foto Luca Pagliaricci

Ternana, un biennio da incubo: si torna indietro di dodici anni

Ternana, un biennio da incubo: si torna indietro di dodici anni

Come dodici anni fa (o quantomeno l’epilogo speriamo sia il medesimo ndr). Occorre tornare all’indietro per esaminare un biennio da incubo, più o meno il medesimo che sta vivendo la Ternana. Tra il 2005/2006 e 2006/2007 infatti si materializzarono dapprima la retrocessione dalla B alla Lega Pro e successivamente una salvezza all’ultima giornata, nel medesimo torneo. Ora, i rossoverdi, si ritrovano appena a due punti dai play out con il rischio di attraversare la porta del baratro in caso di ulteriore e perdurante assenza di vittorie

I numeri da incubo nel biennio rossoverde

Nelle 78 partite di campionato disputate al momento relative al 2017/2018 e 20018/2019, tra B e Serie C, le Fere sono state capaci di conquistare appena 15 vittorie con 32 pareggi e 31 rovesci. Di queste cinque ottenute fuori casa rispettivamente contro Novara, Perugia, Virtus Verona, Monza e Fano per 77 punti complessivi con media al di sotto di 1 a partita. Tornando al biennio menzionato all’inizio poco meglio era stato fatto: terzultimo posto ottenuto e retrocessione dalla cadetteria, prima di rischiare una retrocessione poi evitata grazie alla vittoria interna sul Teramo. Ultimo avversario di quella stagione ed ultimo avversario in questa, ma a campi invertiti. A tutto ciò c’è da computare l’incredibile striscia negativa di diciannove gare senza un successo, compresa la Coppa Italia. Una serie che ha reso la Ternana unica nel 2019, in tutti i campionati professionistici, a non aver conquistato i tre punti. Per evitare il baratro l’unica soluzione è vincere contro il Ravenna ed emulare quell’epilogo di dodici anni, poi si penserà eventualmente al futuro prossimo

Tommaso M. Ferrante

Avatar