Home / Ternana Calcio / Ternana, il nuovo girone b della Lega pro
Nutrizionista Greta Astorri Valentini
Ternana, il nuovo girone b della Lega pro
foto Luca Pagliaricci

Ternana, il nuovo girone b della Lega pro

Ternana, il nuovo girone b della Lega Pro

Rimini salvo a cospetto della Virtus Verona, retrocessa in Serie d. I romagnoli sono la quattordicesima squadra, relativamente al raggruppamento b, sicura di giocare nel prossimo torneo di Lega pro. In attesa di conoscere i verdetti play off (Imolese, Triestina e Feralpi Salò) queste le società ammesse al prossimo torneo. Si tratta di Monza, Sud Tirol, Ravenna, Vicenza, Sambenedettese, Fermana, Ternana, Gubbio, Teramo, Albinoleffe, Vis Pesaro, Giana Erminio, Renate e Rimini. A queste, con tutta probabilità, occorrerà computare le retrocesse Carpi e Padova; Cesena, Arzignano, Como, Lecco e Pergolettese, promosse dalla Serie d. Siamo oltre i limiti previsti, ricordando che sicuramente un’altra tra Feralpisalò-Triestina, resterà in Lega pro. Si rischia di avere tra le ventidue e le ventiquattro compagini al via, prendendo in esame la vecchia ripartizione, con al momento ben otto club lombardi presenti in terza serie (Pro Patria nel girone A più Albinoleffe, Como, Lecco, Monza, Pergolettese, Pro Patria, Giana Erminio, Renate).

I possibili scenari per la Lega pro

E’ oggettivamente presto per fare certi tipi di ragionamenti ma lo scenario che si sta delineando è piuttosto chiaro. Non ci sono molte soluzioni da prendere in esame. La prima potrebbe propendere per una ‘spaccatura’ della Lombardia per proseguire la vecchia suddivisione. La seconda una ripartizione differente a livello verticale che equivarrebbe ad una vera e propria rivoluzione. Infine quella più logica relativa alla divisione territoriale e già nota tra nord, centro e sud. Ci sono da terminare i play off di Serie c, capire come terminerà lo spareggio play out Lucchese-Bisceglie e monitorare le vicissitudini extracampo della Serie b.

Tommaso M. Ferrante

Avatar