Dilettanti, gli arbitri meritano rispetto

Dilettanti, gli arbitri meritano rispetto

Ci sentiamo imponenti quanto increduli davanti a quanto assistiamo, purtroppo, sui campi dei campionati dilettanti di calcio ad undici e futsal. Già, perchè vogliamo partire da questo presupposto per focalizzare il nostro ragionamento. In primis è sempre meglio evitare di offendere una persona, qualificata poi come assistente e/o direttore di gara, professionista o meno, nulla cambia. Prendiamo in considerazione strettamente la parte relativa alle categorie minori e vorremmo scriverlo a caratteri cubitali “ABBIATE RISPETTO PER QUESTI RAGAZZI”. E’ davvero indecente sentire i peggiori improperi piovere dagli spalti, da parte di uomini e donne, i quali assistono alle varie gare di coppa e campionato. Indecente quanto intollerabile: possiamo capire (seppur relativamente) la tensione in campo e qualche parola di troppo proferita, magari evitando di scendere su ingiurie o peggio. Deplorevole perchè si parla di ragazzi/e DILETTANTI che dirigono calciatori e partite DILETTANTI intendendo non professionisti. Come un calciatore può sbagliare un gol a porta vuota, a maggior ragione l’arbitro non concedere un rigore od un assistente non rilevare un off side. Trattasi di giovani che seguono lo stesso percorso di coloro che calciano un pallone: NON per professione ma per passione, verso quel gioco che si chiama calcio con l’ambizione ed il sogno di varcare palcoscenici sempre più prestigiosi. Ed è davvero spiacevole udire vergognosi epiteti nei loro confronti, magari nei confronti di appena maggiorenni i quali hanno la sola “colpa” di dirigere una partita. Se poi gli insulti partono da signori di 60-70 anni, che potrebbero essergli padri o nonni, allora l’imbarazzo quanto lo sconforto è moltiplicato. Possono annoverare un rimborso spese spostandosi dentro e fuori regione, per poi essere seppelliti di ingiurie intollerabili. Inoltre la paura di ritrovarsi in post partita infuocati, rischiando magari in prima persona, anche lesioni personali…. pazzesco davvero pazzesco! Da parte nostra possiamo anche capire chi, sebbene in toni civili, possa lamentare presunti torti. E’ nel gioco delle parti e non c’è nulla di male, nel perimetro del buon senso e pacatezza, sentirsi penalizzati da qualche decisione rivedibile; ma mai dubitare della buonafede. Il principio da applicare dovrebbe essere sempre lo stesso: sbagliamo tutti perchè non dovrebbero? Ebbene anche sottolineare che fortunatamente, in diverse realtà, i toni vengano prontamente smorzati dall’intelligenza di dirigenti, genitori ed accompagnatori primi a dare il buon esempio. Senza scendere nella morale o falso buonismo ebbene specificarlo. Abbiate più rispetto per loro ed i sacrifici che fanno: gli stessi dei calciatori i quali dopo il lavoro o lo studio si allenano la sera. Vi sveliamo un segreto: è lo stesso identico cammino compiuto anche dai fischietti!

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by