Ternana, un giudizio al mercato rossoverde

Ternana, un giudizio al mercato rossoverde portato a termine dalla società di via Aleardi nella sessione estiva del calciomercato.

Ternana, un giudizio al mercato rossoverde. L’ultimo giorno di mercato non ha regalato ai tifosi rossoverdi il tanto atteso “botto”. Non è arrivato l’attaccante che in molti speravano e l’unica operazione fatta è stata la cessione di Di Paolantonio alla Viterbese Castrense. La rosa della Ternana è cambiata quasi totalmente in estate ed infatti sono rimasti i soli Defendi, Valjent e Sala di rientro dal prestito. Di seguito il giudizio della redazione di www.calcioternano.it sul mercato rossoverde:

PORTIERI

La scelta societaria, fin dall’inizio, è stata quella di affidarsi alla gioventù. L’arrivo del classe 2000 Plizzari rappresenta un ottimo colpo visto che è tra gli estremi difensori più talentuosi del panorama nazionale. Dietro a lui ci sono il ’95 Bleve e più distaccato Andrea Sala, il quale ha trovato pochissimo spazio nelle amichevoli precampionato. Non è stato tesserato alcun portiere di esperienza, fattore questo che potrebbe pesare in caso di un eventuale periodo di difficoltà del portiere scuola Milan.

DIFENSORI

Come gli altri reparti si è andato incontro ad una rifondazione. La difesa ad oggi appare messa abbastanza bene in casa Ternana. Inizialmente sono rimasti Meccariello e Valjent, ma entrambi non sono più di proprietà della Ternana. Il primo ha salutato la compagnia a pochi giorni dal termine del mercato per andare al Brescia. Il secondo è stato ceduto al Chievo Verona ma rimarrà a Terni per questa stagione. A fianco dello slovacco sono arrivati elementi di esperienza come Gasparetto e Vitiello, più giovani promesse come Signorini e Marino. Sulle corsie laterali Ferretti, Favalli, Zanon e Gigli garantiscono dinamicità, ma allo stesso anche poca esperienza per la cadetteria.

CENTROCAMPISTI

Gli interpreti del centrocampo rossoverde possono dare molto sostanza, ma a livello realizzativo il contributo potrebbe essere scarno. Il modulo adottato al momento richiede tre mediani ed un trequartista. In merito al giocatore che agirà dietro le punte, Tiscione e Tremolada sembrano dare giuste garanzie. Il primo vanta un tasso tecnico importante ed anche l’ex Entella una volta ritrovata la piena condizione potrà dare un contributo notevole. Sui centrocampisti bassi il posto da regista se lo prende Paolucci. L’ex Cittadella finora ha mostrato buona visione di gioco e anche una discreta mobilità. Angiulli sa dare tenacia alla mediana delle Fere, mentre Varone tra i centrocampisti in rosa sembra quello con più propensione offensiva grazie ad un buon intuito negli inserimenti. Insieme a questi tre elementi c’è l’esperienza di Defendi e la duttilità tattica di Bordin. Difficile invece, se non impossibile, quantificare ad oggi il potenziale contributo che potranno dare Bombagi, Franchini e Capitani.

ATTACCANTI

Il reparto che desta più incertezze e quindi più preoccupazioni è quello offensivo. Non c’è il ‘nome importante’ tra gli attaccanti rossoverdi e questo mette apprensione perché in genere le squadre che non hanno un finalizzatore vanno in difficoltà in serie B. Sulla carta nessuna delle punte in organico può garantire almeno la doppia cifra in cadetteria. I due posti in avanti se li contendono Finotto, Albadoro e Montalto, con Carretta che potrebbe tornare utile nei cambi di modulo a gara in corso. Più staccato l’ex Gubbio Candellone.

Ultime News:

Logo Calcio Ternano
Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by