Ternana, Questore di Novara ‘Per lo striscione non era giunta la richiesta’

Il questore di Novara Gaetano Todero è intervenuto sulle pagine del La Stampa

Ternana, Questore di Novara ‘Per lo striscione non era giunta la richiesta’

Il questore di Novara, ossia Gaetano Todaro, ha spiegato le motivazioni per cui lo striscione dei tifosi rossoverdi non è potuto entrare allo stadio “Silvio Piola”. “Non era giunta alcuna richiesta. Quindi non poteva essere rilasciata nessuna autorizzazione”. Il rifiuto di non far entrare il drappo con scritto ‘Spik Vive’, in memoria del supporter delle Fere, scomparso prematuramente nel 2006, ha fatto prendere una decisione drastica al gruppo della Curva Nord. Infatti i ragazzi, giunti allo stadio piemontese, per assistere alla gara tra Ternana e Novara, hanno deciso di non entrare al Piola

Serie B, lo striscione non fatto entrare ai cesenati

Il 30 marzo i romagnoli non avevano potuto esporre il telo in memoria di un uomo morto pochi giorni prima sul lavoro. Come i tifosi delle Fere, anche i bianconeri, erano tornati a casa per protesta, senza vedere la partita. “Sul caso di Cesena – prosegue il questore – si precisa che il ministero emana, tramite un organo tecnico, direttive uniformi sul fatto che il materiale all’interno degli stadi debba rispettare l’attinenza con l’evento sportivo. Nella riunione preliminare non avevamo quindi autorizzato l’ingresso. Lo striscione, peraltro di carta e lungo oltre 20 metri. Non rispettava quindi nemmeno i requisiti sulla sicurezza”. 

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by