Ternana, dichiarazioni del presidente Balata sui criteri di ripescaggio

Ternana, dichiarazioni del presidente Balata sui criteri di ripescaggio

“La giusta commisurazione della pena per due reati, quello di illecito sportivo e amministrativo, che restano entrambi da sanzionare ma che non devono e possono essere trattati in maniera diversa da quanto prevede il Codice di Giustizia sportiva il quale ‘dovrebbe rappresentare la normativa di riferimento” E’ questo il senso del contributo che il presidente Mauro Balata ha ritenuto opportuno produrre nei giorni scorsi al Commissario della Figc Roberto Fabbricini in seguito alla pubblicazione dei criteri e delle procedure di integrazione degli organici dei Campionati professionistici di Serie B. Di fronte infatti alla previsione, contenuta nella delibera della Federazione del 30 maggio
scorso, riferita alle società che commettono illecito sportivo e a quelle condannate da illecito amministrativo, il presidente Balata aveva voluto evidenziare il contrasto tra questa impostazione e il codice di Giustizia sportiva il quale considera di gran lunga più grave la prima fattispecie rispetto alla seconda. Per questo nella lettera, codice alla mano, era stata formulata una richiesta affinché ‘l’illecito sportivo non sia considerato meno gravemente
dell’illecito amministrativo ai fini dell’esclusione del ripescaggio’.

Tribunale Federale Nazionale

Lo scorso 17 luglio, il Tribunale Federale Nazionale sezione disciplinare, aveva annullato la delibera del Commissario Straordinario FIGC di cui al CU n. 54 dello scorso 30 maggio nella parte in cui si evidenziava quanto segue “Le Società che hanno scontato nelle s.s. 15-16, 16-17 e 17-18 sanzioni per il mancato pagamento, nei termini prescritti, degli emolumenti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo o delle ritenute IRPEF, o dei contributi INPS o del Fondo Fine Carriera relative ai suddetti emolumenti, saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale, ma saranno in ogni caso escluse dalla possibilità di colmare vacanze di organico”. Come è noto hanno presentato ricorso avverso tale decisione le società di Ternana, Pro Vercelli e Siena oltre che la FIGC

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by