Ternana, il risarcimento può attendere per i rossoverdi

Ternana, il risarcimento può attendere per i rossoverdi

Il primo Consiglio federale dell’era Gabriele Gravina ha sancito la fine delle possibilità in ottica ripescaggio. All’interno della riunione si è infatti stabilito di aspettare il Consiglio di stato (15 novembre) e contestualmente, far proseguire l’attività calcistica alle società interessate alla triplice vicenda: Ternana, Siena, Novara, Catania, Pro Vercelli (ripescaggio), Entella (riammissione), Viterbese (spostamento di girone)

LE DICHIARAZIONI DI STEFANO BANDECCHI sono state piuttosto eloquenti a riguardo. Tuttavia tale eventualità non potrà concretizzarsi nel breve periodo. Giovedì 15 novembre è prevista infatti l’udienza davanti al Consiglio di Stato, a seguito dell’impugnazione dell’ordinanza Tar da parte della Lega B. Con un decreto monocratico l’avvocato Perotti ha sospeso gli effetti di tale ordinanza in attesa del dibattimento in data citata. Un provvedimento ‘inaudita altera parte’ che non ha previsto il contraddittorio tra le parti, atteso il 15 novembre. Non sarà quella l’udienza dove la tematica risarcimenti verrà affrontata. L’ordinanza Tar infatti, seppur entrando nel merito delle vicenda, dovrà essere valutata nei dettagli il prossimo 26 marzo 2019. Seppur ci siano sufficienti elementi per poter capire l’indirizzo dei giudici intervenuti, soltanto in quel caso sarà possibile tirare le somme e verificare se ci saranno i presupposti per un risarcimento danni. IL PASSAGGIO SIGNIFICATIVO CONTENUTO NELL’ORDINANZA TAR

 

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by