Ternana, una ricorrenza speciale: trent’anni dallo spareggio di Cesena

Ternana, una ricorrenza speciale: trent’anni dallo spareggio di Cesena

Sono trascorsi trent’anni dall’indimenticabile spareggio di Cesena. Domenica 11 maggio 1989 si disputò al Manuzzi la sfida tra Ternana-Chieti; in palio la promozione in C1. Una stagione incredibile, logorante sotto certi punti di vista dato che tre squadre terminarono al primo posto della graduatoria di C2 girone c. Alla resa dei conti però la Fidelis Andria venne promossa direttamente, in virtù della classifica avulsa mentre rossoverdi ed abruzzesi furono costretti alla gara da dentro o fuori

Ternana-Chieti, il Manuzzi rossoverde

Un torpedone di auto, bus, pulmini a tinte rossoverdi partì con destinazione Cesena. L’esodo era stato anticipato dai 7000 presenti a Celano, nell’ultima gara della stagione regolare. Stavolta però se ne contarono il doppio con i teatini relegati da comparsa nella curva a loro destinata. Il match vissuto sugli spalti fu memorabile per tifo, passione, incitamento, coreografie. Meno visibile -la posta in palio era piuttosto alta – lo spettacolo offerto dalle due squadre. Il risultato ad occhiali sconfinò fino alla lotteria dei calci di rigore, a quel punto l’adrenalina e la tensione salirono alle stelle. Mentre i tifosi della Ternana rimasti in città seguirono i propri beniamini alla radio, quelli allo stadio dovettero trattenere il respiro prima di liberare tutta la comprensibile gioia. Dal dischetto il primo penalty di Genovesi venne respinto da Roberto Renzi. Dalla parte opposta Paolo Doto non fallì l’appuntamento portando in vantaggio le Fere. La seconda batteria vide Baglieri e Lello Sciannimanico dagli undici metri: rete per entrambi. A quel punto il Chieti si presentò con Fiaschi: tiro impreciso e palla fuori dallo specchio. Il terzo penalty lo calciò Sossio Perfetto; palla nel sacco e 3-1 per le Fere. Qui la storia diventa leggenda perchè Luca Leone, attuale direttore sportivo della Ternana, prese la sfera e si incamminò verso l’area di rigore. Rincorsa e destro alto sopra la traversa, un secondo di apnea prima di sprigionare una festa immensa. Il terreno di gioco invaso dai supporters, mister Claudio Tobia portato in trionfo. Scene indimenticabili con la festa proseguita a Terni nel celebrare una promozione memorabile

Ternana-Chieti 3-1 dopo i calci di rigore

TERNANA: Renzi R., Pochesci, Catto, Forte, Cocco, Strano, Garritano (46′ Spinelli B.), Sciannimanico, Gabriellini (93′ Perfetto), Doto, Simeoni D. A disp. Cipelli, Caccialupi, Scorsini, All. Tobia

CHIETI: Spuri, Consorti, Alfieri, Di Tommaso, Negri, Genovasi, Torrisi (115′ Leone), Graziani, Fiaschi, Presicci (83′ Scarabelli), Baglieri. A disp. Corneli, Colazzilli, Castellano. All. Giammarinaro

Arbitro: Cardona di Milano

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by