Ternana, Paolo Tagliavento: “Soddisfatti di quanto fatto e molto bolle in pentola!”

Ternana, Paolo Tagliavento: “Soddisfatti di quanto fatto e molto bolle in pentola!”

Il giornale freepress “La Conca Ternana” ha intervistato il vicepresidente rossoverde Paolo Tagliavento. Quest’ultimo ha parlato dei progetti attuati da Via della Bardesca e di quelli futuri.

Le parole del vicepresidente

In questi mesi affronta il ruolo importante di vicepresidente. Qual è il suo rapporto col Presidente Bandecchi, quest’ultimo ha voluto fortemente affidarle questo incarico?

“Abbiamo un rapporto quotidiano, costante. Lui è un fiume in piena di idee, iniziative e progetti ed io cerco di metterli in pratica col massimo impegno. Il presidente ha il desiderio, che ovviamente condivido in pieno, di contribuire alla crescita non solo della società ma anche della città. Spero soltanto di essere all’altezza della sua stima e delle responsabilità che ha voluto attribuirmi”.

Sta per terminare la prima parte della stagione. Tante le iniziative attuate dalla società rossoverde come kit neonati, forte scontistica negli abbonamenti, Ternana femminile, collaborazione con rugby e polo giovanile. Siete soddisfatti di quanto fatto finora?

“Direi proprio di sì. E lo siamo già dalla scorsa estate, col boom degli abbonamenti. L’iniziativa del kit per i neonati ci colma di orgoglio così come la crescita, fortemente voluta dal presidente, delle squadre femminili. Abbiamo fatto molto in appena 4 mesi mentre molti altri club attuano i propri progetti con tempistiche dilatate rispetto alle nostre. A noi invece, quando se ne presenta l’opportunità, e senza che la qualità del lavoro ne risenta, piace bruciare le tappe”.

Con la convezione firmata per il “Perona” si apre un capitolo rilevante per il polo giovanile. Quanto è importante investire su una propria “cantera” nel calcio di oggi?

“Direi sia fondamentale. Se non avessimo considerato il settore giovanile un elemento imprescindibile di crescita non avremmo deciso di investire, ad esempio, sul convitto e sulle strutture del “Sabotino”. Il nostro principale obiettivo è quello di contribuire alla crescita delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi come persone, prima ancora che come atleti. Del resto se si andasse alla ricerca “solo” della vittoria, si perderebbero di vista i valori, per noi imprescindibili, della formazione”.

Se da una parte si è definita l’impiantistica del settore giovanile, la questione Liberati e delle strutture di allenamento per la prima squadra rimangono in stand-by. Quale è la situazione con il Comune?

“Il presidente Bandecchi è interessato a tutto ciò che rappresenta un’occasione di crescita e di sviluppo. Quanto allo stadio siamo di fronte, per molteplici motivi, ad una operazione davvero complessa. Lo amiamo, perché rappresenta un pezzo di storia rossoverde, ma ad agosto ha compiuto 50 anni e quindi comporta elevati costi di manutenzione. Tutti insieme dovremo trovare la soluzione migliore affinché la Ternana non debba sostenere da sola l’investimento”.

L’obiettivo posto quest’anno, lasciando da una parte l’aspetto Prima squadra, è quello di radicarvi nel territorio ternano a 360°gradi. Dobbiamo aspettarci altre iniziative entro la fine del campionato?

“Molto bolle in pentola, stiamo valutando diverse opzioni. Quando ci impegniamo in qualcosa ci piace farlo al massimo delle nostre possibilità, curando ogni dettaglio. Di certo ogni nuovo progetto sarà scelto con cura e verrà portato avanti con passione e professionalità”.

Puoi leggere tutta l’edizione del “LA CONCA TERNANA” n.9 QUI

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by