Orvietana, Marco Annibaldi: “Un buon torneo da parte nostra”

Alessandro Madolini   13:07   04/04/2020   Eccellenza    299 views

Orvietana, Marco Annibaldi: “Un buon torneo da parte nostra”

L’Orvietana, nell’ultimo turno disputato prima della sosta causa Covid-19, ha vinto per 1-0 la sfida contro il Sansapolcro. In attesa di sapere come evolverà la stagione, la redazione di www.calcioternano.it ha intervistato il biancorosso Marco Annibaldi. Con il difensore abbiamo parlato del difficile momento che si sta vivendo e della possibile ripresa dei tornei dilettantistici.

Le parole del difensore

“La stagione è andata abbastanza bene, dico abbastanza perché sinceramente con la lunghezza dell’organico che abbiamo possiamo ambire a qualcosa di più. Qualche punto importante lo abbiamo lasciato per strada e quindi ci è costato qualche posizione in meno in classifica, questo forse è anche dato dall’età media della rosa visti che siamo tutti under 30 tolti Bertino e Danieli. Nonostante ciò però è da sottolineare che trovarsi a 7 punti dalla prima in classifica, a 7 giornate dal termine con un campionato così livellato verso l’alto, è indice comunque di un buon campionato.

Bilancio del campionato fin qui disputato. La cosa da migliorare più di tutti è la continuità. C’è una forte differenza tra i risultati ( che sono quelli che contano nel calcio) in casa al Muzi, in cui siamo i migliori del campionato fino ad ora, ed i risultati in trasferta ( solo una vittoria). Un’ altra cosa positiva è che molte partite vinte o recuperate sono arrivate grazie a chi è entrato dalla panchina. Questo è dovuto grazie all’allestimento della rosa con 16-17 “titolari”. Gruppo e senso di appartena, perché anche chi è sceso in campo 5 minuti, ha dato sempre il massimo per il raggiungimento dell’obiettivo finale.”

Gli allenamenti in questo periodo di emergenza sanitaria

“Il nostro preparatore atletico Jacopo Cappelletti ci manda giornalmente un programma da svolgere 5-6 volte a settimana. Alterniamo giorni di allenamento a corpo libero con circuiti ad alta intensità (molto lavoro e poco recupero) per allenare la capacità aerobica visto che non è permesso andare a correre all’esterno a più di 200 metri di distanza dalla propria abitazione. Negli altri gironi, invece, svolgiamo carico con esercizi di forza usando pesi o qualsiasi cosa che possa sovraccaricare il movimento.”

La possibile ripresa. “Io spero con tutto me stesso che si possa ricominciare. E’ dal 30 luglio che ci stiamo allenando e sarebbe bello concludere il tutto. Perchè per chi come me fa del calcio un lavoro, stare a casa, significa non percepire entrate. Visto che giochiamo, su una categoria dilettanti, tranne la domenica in cui siamo giudicati da addetti ai lavori e spettatori come come dei professionisti, non siamo nemmeno tutelati nel ricevere anche una piccola percentuale dei rimborsi da parte di qualche ente pubblico.”

La situazione vista dal calciatore biancorosso. “Se devo essere oggettivo devo ammettere che ci troviamo di fronte ad una situazione mai vista ed affrontata prima. I tagli alla sanità, operati dai governi precedenti, non ha fatto altro che aggravare la situazione di emergenza in cui ci troviamo. Sinceramente ad oggi la vedo complicata. Stiamo arrivando al picco del contagio e oggettivamente se non iniziano nemmeno i professionisti a giocare come possiamo farlo noi dilettanti? Speriamo, inoltre, che riprendano a lavorare le aziende per far ripartire l’economia.  Se questa non riparte non ci saranno sponsor e soldi da spendere nel calcio. Secondo me si saprà qualcosa di certo nelle prossime settimane, nel frattempo continuerò il mio smart-working sul balcone di casa.”

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by