Ortana, il racconto di Federico Fabrizi: “Correva la stagione 1970/71…”

Ortana, il racconto di Federico Fabrizi: “Correva la stagione 1970/71…”

Nuovo contest: “Raccontalo a calcioternano.it”. Narraci un aneddoto che ha caratterizzato la tua vita calcistica nel mondo dei dilettanti ternani. Inviaci il racconto a info@calcioternano.it oppure sulla chat messenger del profilo facebook di Redazione Calcio Ternano. Di seguito la storia di Federico Fabrizi con l’Ortana.

“Correva la stagione 1970/71, l’Ortana, al suo primo anno in 1^ categoria umbra, che costituiva allora il massimo livello regionale, all’inizio stentò a calarsi nella nuova dimensione. Poi l’undici di Edoardo Proietti prese le misure alla categoria e con un buon calcio centrò una comoda salvezza, nono posto con 26 punti e basi gettate per il futuro. Buon calcio e anche, va detto, molti calci, perché la squadra, modellata sulla personalità del suo mister, era piena di giocatori che, insomma, quanto a grinta non avrebbero sfigurato neanche in Uruguay.”

La storia

“La passione era tanta, non solo in campo. Allora si giocava al vecchio “Ciucci” e nelle belle domeniche di sole la fila delle macchine arrivava sino alla prima curva della strada di Amelia. Il passaggio dai roventi campi del Lazio, avvenuto quattro anni prima, a quelli più tranquilli dell’Umbria aveva certo fatto sbollire molte tensioni. Ma qualcuno, diciamo, resisteva, ed erano problemi un po’ per tutti.

C’era un signore ancora giovane, carrozziere, che appunto qua e là per i campi del Lazio aveva distribuito, qua e là, “sganassoni” a volontà (e che chiameremo convenzionalmente Gilberto), qualcuno lo aveva preso e molti li aveva fatti prendere a suoi malcapitati accompagnatori. E siccome il lupo perde forse il pelo ma non il vizio capitò che il Presidentissimo Francesco Alessandri, stufo di pagare multe e di fastidiose mediazioni con le forze dell’ordine, escogitò un rimedio, in anticipo di qualche decennio sui tempi.”

Il fatto curioso

“D’accordo con l’allora maresciallo Rossi pensò ad una specie di Daspo ante litteram: un Carabiniere si sarebbe appostato all’inizio della stradina che conduceva al Ciucci e avrebbe bloccato questo focoso sostenitore. Questi la prese come una grande ingiustizia, provò più volte ad eludere il “blocco”, tagliando per i campi o passando per il Cerreto ma senza esito. Finchè alla fine Gilberto parve ravveduto e venne finalmente riammesso al campo.

E Gilberto si comportò bene per tutto quel campionato fino ad una fatale domenica di maggio, quando al Ciucci scese l’Angelana, ormai certa della promozione in Serie D, che in panchina aveva un nome illustre: Antonio Valentin Angelillo (1937-2018), sì proprio l’ex di Roma e Inter, quello che Herrera aveva mandato via dall’Inter appena arrivato. Angelillo, finita la carriera da calciatore, si era stabilito a S. Maria degli Angeli, paese della moglie, e lì aveva preso in mano le sorti dei giallorossi assisani.

Immaginiamo un ex professionista di grido come Angelillo su un campo di periferia come quello di Orte, in un epoca in cui tribune, acqua calda negli spogliatoi ecc. ecc., erano ancora un lusso. Molti sfottò e qualche epiteto ma ad una manciata di minuti dal termine accadde il patatrac.

Con l’Angelana in vantaggio l’arbitrò non assegnò, in zona di attacco, un calcio d’angolo agli ospiti. Angelillo esclamò: corner! Gilberto, che non sapeva l’inglese, perse le staffe, urlò ad Angelillo che cornuto era lui, che pensasse alle corna sue (era, Angelillo, un noto “tombeur de femmes”): il mister ospite rispose per le rime e tra la rete e il campo scoppiò il parapiglia.”

L’epilogo della vicenda

“La breve stagione di Gilberto come tifoso calmo e ponderato finì quel giorno. Da allora girò al largo sia dal Ciucci che dal “Filesi”: e forse un certo calcio, quello in cui la differenza tra una partita ed una guerra punica era molto sottile, era finita per sempre!

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by