Allerona, Massimo Lotti: “Ci siamo iscritti per una ‘non trasparenza’ del CRU. Più tutela da parte della federazione”

Allerona, Massimo Lotti: “Ci siamo iscritti per una ‘non trasparenza’ del CRU. Più tutela da parte della federazione”

Nuovo stop per il calcio dilettante. Il ritorno dell’emergenza sanitaria ha colpito duramente anche il settore dello sport con tutte le conseguenze del caso. A tal proposito il presidente dell’ACD Allerona Massimo Lotti è intervenuto al taccuino di www.calcioternano.it. Una testimonianza su quanto accaduto all’interno della società rossoblù, le difficoltà e gli scenari per il futuro del club e del calcio dilettantistico regionale. “Sono stato scettico sin da quest’estate – ha affermato il presidente Lotti – per una possibile ripartenza del campionato. Sapevo che sarebbe stato molto difficile non incorrere ad un altro stop, cosi infatti si è avverato. Senza alcun tipo di prevenzione e controllo mi è sembrato, sin da subito, una cosa assurda.”

Discorso iscrizioni ed inizio del campionato di Seconda categoria. “In videoconferenza, con i presidenti delle società ed alla presenza del presidente del CRU Repace ho fatto un intervento dicendo che mi sembrava una follia parlare di un inizio del campionato. Gli altri presidenti della categoria erano quasi tutti più fiduciosi di me. Alla fine mi sono deciso anche io di iscrivere la squadra. Successivamente ho scritto una lettera al comitato, nella quale chiedevo di poter iniziare il campionato da gennaio 2021. In questo modo avremmo potuto osservare e valutare, con attenzione, quello che sarebbe accaduto in questo autunno/inverno relativamente al mutare del quadro normativo e soprattutto della situazione della pubblica salute. Inoltre, in caso contrario, avrei ritirato la squadra chiedendo che, l’importo versato a titolo di iscrizione al campionato 2020/21, venisse imputato al campionato 2021/2022. La risposta del CRU alla mia email è stata molto evasiva. Ecco come le società della federazione Umbria sono considerate. Ci siamo iscritti solo per una ‘non trasparenza’ da parte del CRU, questo inoltre ci aveva detto: “Voi fate l’iscrizioni poi eventualmente si restituirà l’importo ma con una penale da pagare”. Cifre vere o situazioni tangibili non sono mai state messe sul piatto. La loro vera intenzione è stata quella di fare cassa e devo dire che ci sono riusciti.”

Il prossimo futuro. “Sicuramente l’ACD Allerona è una società che vuole sopravvivere nel tempo. La speranza – conclude il numero uno dell’Allerona –  è che tutto torni quasi alla normalità. Essere un po’ più affiancati da una federazione regionale, per le categorie come la Prima e la Seconda, è senza dubbio vitale.”

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by