Campitello, Alessandro Petacchiola: “Ovunque sia vogliamo rendere Lorenzo fiero di noi”

Tommaso M. Ferrante   09:22   26/10/2021   Promozione    521 views

Campitello, Alessandro Petacchiola: “Ovunque sia vogliamo rendere Lorenzo fiero di noi”

Una sola squadra può vantare un primato piuttosto significativo, nel torneo di Promozione Umbria Girone B. Nelle prime nove gare di campionato il Campitello del presidente Cristiano Castellani è l’unica formazione imbattuta del girone. Quattro vittorie e cinque pareggi che hanno fruttato diciassette punti ossia meno due lunghezze dalla coppia di testa Guardea a C4. Al termine dell’ultimo turno di campionato i rossoblù hanno recuperato margine sulla testa della classifica, anche a seguito del perentorio successo ottenuto in casa, a cospetto del Petrignano (4-0 il finale). Al taccuino di www.calcioternano.it è intervenuto Alessandro Petacchiola, autore della rete che ha aperto le marcature del Cicioni: “La rete del vantaggio scaturisce da un angolo di Minocchi battuto corto per Bellini il quale, di prima intenzione, ha effettuato un cross che mi ha trovato libero di colpire di testa, a pochi metri dalla porta”. Dalla gioia alla dedica immediata. “Il gesto seguente è stato spontaneo. Mi sono sfilato la fascia da capitano dal braccio e l’ho alzata al cielo in onore di un grande amico e compagno scomparso troppo presto. In quella fascia ci sono impresse le sue iniziali ed il suo numero. Per chiunque la indossi, rappresenta un onore. In quei trenta secondi di esultanza nulla aveva più importanza, né il gol, né il risultato. Ci siamo stretti in un abbraccio in cui a stento si è riusciti a trattenere l’emozione di fronte al ricordo di Lorenzo Scorteccia”.

Come è noto, purtroppo, lo scorso mese di giugno il Campitello ha perso il suo estremo difensore. Un amico, un compagno di squadra, ricordato in ogni singola partita: “Sia in casa che in trasferta, ci riuniamo davanti ad una porta di gioco ed in cerchio promettiamo a Lorenzo di difenderla con tutti noi stessi, così come era solito fare lui, provando ad onorare al massimo la sua figura. Tutto ciò che facciamo quest’anno è per lui, ovunque sia vogliamo renderlo fiero di noi. Se si pensa al Lorenzo calciatore il primo ricordo che ci torna in mente è sicuramente quella rabbia agonistica la quale lo contraddistingueva. Lo portava a compiere gesti tecnici fuori dal comune e ad urlare contro tutto e tutti per 90 minuti indistintamente. La sua voce resta bene impressa nella mente di ognuno. Se si pensa al Lorenzo uomo ciò che lo caratterizzava era invece la sua umiltà, racchiusa in quella bontà d’animo la quale lo portava a parlare sempre con fierezza della sua vita che amava. Il merito del buon inizio di campionato che stiamo facendo, è dettato anche dell’enorme spinta emozionale con la quale scendiamo in campo ogni domenica. Facendo i dovuti scongiuri, potrebbe essere l’arma che ci consentirà di levarci qualche soddisfazione a fine anno”. Un giudizio finale sul torneo di Promozione: “Tutte le squadre sono ben attrezzate ed il campionato sarà sicuramente più equilibrato rispetto agli ultimi anni. Tuttavia noi, più degli altri, abbiamo un tifoso speciale”.

Leggi anche: LE EMOZIONI DI CAMPITELLO-PETRIGNANO

Ultime News:

Logo Calcio Ternano

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by