Ternana, Aurelio Andreazzoli: “Grandi ambizioni, voglio raggiungere i risultati nel breve”

Ternana, la conferenza di presentazione di Aurelio Andreazzoli in DIRETTA

È il giorno di Aurelio Andreazzoli, che viene presentato in conferenza stampa al Liberati alle ore 12 come nuovo allenatore della Ternana. L’occasione per la stampa locale e per tutta la tifoseria per sentire le prime parole in rossoverde del nuovo mister delle Fere. Conferenza per conoscere meglio Andreazzoli, il suo staff, ma anche per presentare la gara Ternana-Cagliari alla vigilia della sfida. Presenti alla conferenza anche il D.S. Luca Leone e il vicepresidente Paolo Tagliavento.

Paolo Tagliavento: “Prima di tutto voglio salutare e ringraziare mister Cristiano Lucarelli per il percorso e i grandi successi che ci ha regalato in questi anni. Ora è tempo di voltare pagina. Quando il Presidente ha chiamato Leone chiedendo il meglio sul mercato la chiamata è durata un minuto e la scelta è subito ricaduta su Andreazzoli.”

Luca Leone: ” C’è grande stima nei confronti di Aurelio Andreazzoli, è un tecnico che non ha bisogno di presentazioni e siamo molto contenti di questa scelta. Anche io voglio salutare e fare un ringraziamento a Cristiano, per me è stato un amico, per mesi abbiamo lavorato insieme tutto il giorno, sono stati anni intensi. Si è interrotto un rapporto professionale ma Lucarelli rimarrà nella storia della Ternana e gli auguriamo il meglio.”

Le parole di Aurelio Andreazzoli:

“Fin da subito ho avuto buone sensazioni entrando in contatto con il mondo Ternana e credo di aver fatto la scelta giusta nel venire a Terni. Avevo grande voglia di tornare a lavorare sul campo e ho trovato una piazza con grandi ambizioni e progetti importanti. Poi c’è la curiosità personale per vedere se posso ripetere ciò che ho già realizzato in carriera, e vedo dal punto di vista della squadra già la massima dedizione al lavoro.

La società ha veramente grandi ambizioni e le voglio realizzare il più presto possibile, dobbiamo rimanere in alto a giocarsi le nostre chance per ottenere il massimo subito. Per fare ciò serve far esprimere al meglio il gruppo di calciatori che deve arrivare più possibile vicino al 100% di quello che può dare. Per fare ciò serve il contributo di tutti, dal mio staff, alla stampa, a tutta la città. Voglio raggiungere risultati positivi fin da subito, più che di futuro per ora parliamo di presente guardando una partita alla volta. Peccato che non abbiamo portato punti a casa da Venezia dove ho visto una buona prestazione.

Di base preferisco lavorare su campi in erba e su campi larghi, comunque l’antistadio è in buone condizioni. Ho chiesto fin da subito di sistemare i campi in erba di Campomaggio e subito sono iniziati i lavori. Purtroppo a causa della pioggia non ci siamo spostati. Sarà un’opzione, cosi come anche lavorare in qualche occasione nello stadio. Ho saputo poi del progetto del centro sportivo e mi auguro di poterci lavorare presto.

Secondo me non ci vuole molto tempo per dare un’impronta tattica, già a Venezia ho visto qualcosa di buono, poi certo il tempo aiuta a lavorare meglio sui dettagli. L’eredità di Lucarelli per me è una cosa positiva, spesso uno arriva in situazioni contrarie, invece è un buon segno che la piazza abbia apprezzato il passato allenatore. Ora anche io vengo qua per dare tutto. Questo campionato di B è veramente di alto livello, c’è una mini fuga ma tutto è ancora aperto.

Tante squadre, come il Cagliari che verrà domani, sono forti e con grandi individualità come Lapadula-Pavoletti, ma anche noi abbiamo tanti giocatori di livello. In match equilibrati farà la differenza la combattività, il lavoro di gruppo, l’avere ventiquattro titolari, tutti devono sentirsi partecipi alla causa. Sono soddisfatto dell’approccio al 4-3-1-2 e mi pare il sistema tattico adatto a questa rosa. Comunque alleneremo anche qualcosa di diverso, quello che conta però al di fuori dei moduli sono i principi, l’idea che si vuole dare alla squadra.

La rosa, come tutte, è migliorabile. Intanto devo impegnarmi a migliorare i calciatori poi il resto spetta a Luca Leone. Per me è importante tornare ad essere prolifici perché spesso ciò sistema tutte le cose. Con il Venezia abbiamo avuto almeno sei palle gol importantissime e sono un buon segnale, anche perché i ragazzi che abbiamo davanti sanno fare gol.

Sono davvero soddisfatto della scelta che ho fatto e non ho davvero nessun dubbio sulla decisione che ho preso. Non cerco forzature ma credo che il tempo mi darà e ci darà ragione. Trovo delle somiglianze rispetto ad Empoli, soprattutto come gruppo di lavoro, anche con l’aggiunta di persone importanti come Mammarella.

Domani sarà una gara di livello, purtroppo abbiamo ancora qualche giocatore fuori come Donnarumma, anche Favilli aspettiamo che rientri al meglio per domenica. Ma non voglio pensare agli assenti, l’importante è che tutti si sentano coinvolti. Ancora non mi voglio sbilanciare sulla qualità dei singoli, però vedo giovani di talento ai quali va data l’opportunità di fare esperienza, come Capanni che è un ragazzo interessante ed è entrato bene a Venezia. ”

Termina qui la conferenza stampa.

Ultime News:

Logo Calcio Ternano
Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Contatti

Testata registrata al Tribunale di Terni - Autorizzazione 4/2014 del 02/09/2014 - Direttore responsabile: Tommaso Maria Ferrante

Copyright 2014-2019 © Associazione Calcio Ternano, Tutti i diritti riservati. | P.Iva: 01532450556 | Powered by